Covid: l’Rt supera quota 1. Non bisogna abbassare la guardia 

Negli ultimi dieci giorni in Europa l’Rt, ovvero il valore che indica come muta lo stato di contagiosità in una determinata zona, è aumentato. Anche in Lombardia si è registrato questo aumento, raggiungendo un Rt pari ad 1.

mascherine
Mascherine – Nanopress.it

Questo aumento in poco più di una settimana ci dovrebbe allarmare e ci dovrebbe spronare ad assumere atteggiamenti più prudenti.

Questo è quello che consiglia Letizia Moratti, assessore al Welfare della Regione Lombardia, che ha aggiunto: “il Covid è una malattia multisistemica molto insidiosa, che può causare danni di lungo periodo all’organismo“.

Le parole di Letizia Moratti

L’assessore regionale Letizia Moratti ha spiegato come l’utilizzo della mascherina in questo momento, soprattutto in luoghi affollati è un’azione semplice, che però può aiutarci ad evitare nuovamente un’ondata di conteggi irrefrenabile.

Attualmente la mascherina non è obbligatoria, come qualche mese fa, all’aperto e nei negozi, ma raccomandata dagli esperti.

La Moratti si è poi soffermata sulla recente somministrazione della quarta dose che ha interessato i soggetti over 80 e quelli identificati come soggetti fragili.

Letizia Moratti
Letizia Moratti – Nanopress.it

La variante Omicron 5, che si sta attualmente propagando, è l’ennesima variante del Covid e pertanto l’inoculazione della quarta dose dovrebbe servire a proteggere i soggetti maggiormente esposti a rischi.

Omicron 5 e quarta dose per tutti

È sul tavolo anche la possibilità di ampliare i soggetti da sottoporre a questa dose in quanto l’Omicron 5, a detta del professor Fabrizio Ernesto Pregliasco, è molto contagiosa.

Sembra che il soggetto contagiato possa a sua volta contagiarne altri 17.

Non bisogna perciò abbassare la guardia, né tantomeno sperare nell’arrivo dell’estate e del caldo, che come di consueto sappiamo, indebolisce il virus.

Attualmente la regione Lombardia sembra essere una delle regioni che vanta la percentuale più alta del mondo per quanto riguarda le vaccinazioni.

Con il 91,2% degli over 60 vaccinati, la Lombardia si piazza al primo posto nel mondo per il maggior numero di vaccinati di terza dose contro il Covid.

Il famoso virologo Pregliasco ha poi voluto sottolineare il fatto che questo virus, che ormai affligge l’Italia da due anni, non vada identificato solo nei sintomi che porta durante la positività, ma anche e soprattutto ciò che lascia quando il soggetto si negativizza.

Molti soggetti che hanno vissuto l’esperienza di avere il covid, a volte hanno poi nel tempo avuto problemi, come ad esempio infezioni o valori anomali.

Il prossimo autunno probabilmente sarà possibile vaccinarsi per la variante Omicron, che in questo ultimo periodo si sta espandendo. Ci sarà perciò molto probabilmente una nuova campagna vaccinale e una relativa proposta di richiamo per tutti, ma soprattutto per i più fragili.

In merito all’estate che ci aspetta, anche Pregliasco ha detto la sua: “Usiamo le mascherine come se fossero occhiali da sole“.

Insomma, la strada per la totale convivenza con il Covid sembra ancora lunga, ma lentamente sembra che l’Italia ne stia uscendo in qualche modo vincitrice.