Cosa prevede la Legge di Bilancio 2021

L'obiettivo del Governo è quello di ricevere il via libera del Senato prima di Natale, ecco cosa prevede la Legge di Bilancio 2021

palazzo Montecitorio roma governo

Getty Images | Giorgio Cosulich

La scorsa settimana i dibattiti tra maggioranza e opposizione hanno rallentato i lavori di discussione della manovra che sarà approvata definitivamente domani, martedì 22 dicembre, e che vedrà l’approvazione del Governo solo il giorno seguente. L’obiettivo dell’esecutivo è comunque quello di giungere ad un’accordo per votare il testo prima di Natale, così che il Senato possa dare il via libera alla Legge di Bilancio prima delle festività. 

Ecco cosa prevede la Legge di bilancio 2021

  • Superbonus prorogato a fine 2022

L’emendamento di proroga della maxi detrazione fino alla fine del 2022, a patto che siano stati portati a termine almeno il 60% dei lavori, è stato inserito nella manovra. Si estenderà quindi il Superbonus di altri sei mesi rispetto alla scadenza attuale (fine 2021), più 6 mesi per i lavori già avviati dando così la possibilità di usufruire del 110% fino a tutto il 2022.

  • Bonus mobili: 16 mila euro per la detrazione al 50%

Per quanto riguarda le spese sostenute per arredo ed elettrodomestici, l’emendamento innalza a 16 mila euro (prima erano 10 mila) il tetto di spesa per usufruire del bonus mobili, con una detrazione al 50%.

  • Bonus idrico: 1000 euro per sostituzione dei sanitari risparmia-acqua

Sempre in ottica di ristrutturazione, la Legge di Bilancio prevede un bonus idrico da 1.000 euro per la sostituzione di sanitari e rubinetteria, spendibile entro il 31 dicembre 2021 grazie ad un fondo di 20 milioni di euro.

  • Congedo per i neo papà e rientro delle mamme al lavoro 

Per chi i figli nati nel 2021, il congedo obbligatorio di paternità sale da 7 a 10 giorni. Mentre per le mamme vengono stanziati 50 milioni per favorire il rientro al lavoro.

  • Mamme sole con figli disabili 

Per le madri sole, disoccupate o monoreddito, con un figlio che abbia una disabilità riconosciuta al 60% ci sarà un assegno di 500 euro, come proposto dai 5 Stelle, grazie a 5 milioni di euro per ciascuno degli anni 2021, 2022 e 2023.

  • Fondo per accoglienza mamme detenute con bimbi 

Il Fondo per il finanziamento dell’accoglienza di genitori detenuti con bambini al seguito in case famiglia e in case-alloggio permetterà l’accesso all’accoglienza residenziale alle mamme detenute con bambini. 1,5 milioni di euro per ciascuno degli anni del triennio 2021-2023.

  • Parità salariale

Fondo per il sostegno della parità salariale di genere è stato dotato di 2 milioni di euro annui dal 2022 che andranno spesi per il riconoscimento del valore sociale ed economico e delle pari opportunità sul luogo di lavoro.

  • Progetti per gli istituti tecnici superiori 

I progetti finalizzati alla valorizzazione del sistema di istruzione e formazione tecnica superiore riceveranno 20 milioni di euro.

  • Dieci milioni per il settore vitivinicolo

Altri 10 milioni compenseranno le perdite subite a causa di Covid-19 nel settore vitivinicolo. Il fondo previsto per il 2021 ha lo scopo di contribuire allo stoccaggio di vini Doc, Docg e Igt italiani. 

  • Mezzo miliardo per il turismo

Mezzo miliardo a sostegno del compatto turistico. Così si accederà anche ad una estensione dell’esonero per l’anno 2021 dalla prima rata dell’Imu sui settori sia del turismo, che dello spettacolo. Esenti dall’imposta municipale anche le discoteche, le fiere, gli stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali, gli immobili degli stabilimenti termali, agriturismi, villaggi turistici, ostelli, dei rifugi di montagna, colonie marine e montane, affittacamere per brevi soggiorni, case e appartamenti per vacanze, bed and breakfast, residence e campeggi.

Per le agenzie di viaggio e tour operator è previsto il credito di imposta del 60% fino al 30 aprile 2021 e un fondo emergenze di 100 milioni per altri soggetti del turismo.

  • Stop all’Iva su vaccini e tamponi

Inserita nella Legge di Bilancio l’esenzione dall’Iva di vaccini anti-Covid, tamponi e test

  • Autonomi: Iscro e esonero dei contributi

Per i lavoratori autonomi ha avuto l’ok l’indennità di continuità reddituale e operativa (Iscro) con assegno minimo di 250 euro, fino ad un massimo di 800 euro al mese per 6 mesi, per tutti gli autonomi che abbiano subito perdite del 50% rispetto al triennio passato e con un reddito non superiore a 8.145 euro.

Gli autonomi potranno altresì beneficiare dell’esonero dal pagamento dei contributi previdenziali, a condizione che il fatturato e i corrispettivi del 2020 siano stati inferiorei ai due terzi dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del 2019.

  • Nuove assunzioni per il piano vaccini

In vista della campagna di vaccinazione anti Covid, si prevede l’assunzione di 3 mila medici e 12 mila infermieri e assistenti sanitari.

  • Altri fondi per il bonus tv

Per le famiglie con Isee sotto i 20.000 euro, stanziati altri 100 milioni per l’estensione del bonus tv, che vale fino a 50 euro per l’acquisto di un nuovo impianto.

  • Iva ridotta al 10% per delivery e asporto

Iva agevolata al 10% per i servizi di delivery e asporto.

  • E-cig: aumentano le tasse sui liquidi

La manovra prevede un aumento nel 2021 delle tasse sui liquidi senza nicotina da utilizzare con le e-cig. L’incremento previsto va dal 5% al 10% per i liquidi senza nicotina e dal 10 al 15% per quelli con, e sarà progressivo di cinque punti percentuali sia nel 2022 sia nel 2023.

  • Stop tasse e contributi fino a febbraio per sport 

Sospesi i versamenti delle imposte sul reddito, dell’Iva e dei contributi previdenziali, per le federazioni sportive nazionali, gli enti di promozione sportiva, le associazioni e le società sportive professionistiche e dilettantistiche, fino al 28 febbraio 2021. I pagamenti potranno essere effettuati entro il 30 maggio 2021 in un’unica soluzione o in 24 rate mensile di pari importo.

Parole di Elena Pavin

Mi chiamo Elena Pavin, classe 1994, ho conseguito il diploma artistico solo prima di scoprire di non voler fare l’architetto né la designer. Così ho cambiato radicalmente i miei piani: all’Università di Milano-Bicocca ho studiato giapponese e mi sono laureata in Comunicazione interculturale, ho terminato i miei studi diplomandomi alla Scuola di Giornalismo. Amante dell’arte, incuriosita dalle tendenze, fanatica dell’enogastronomia (tanto da decidere di diventare sommelier). Nel 2020 ho iniziato a collaborare con Alanews e Deva Connection

Da non perdere