Copenaghen, sparatoria in un centro commerciale: 3 vittime e diversi feriti | Arrestato il killer

Un 22enne ha sparato all’impazzata in un grande centro commerciale di Copenaghen uccidendo 3 persone e ferendone molte altre. Un uomo e due ragazzi  sarebbero in gravi condizioni. Non è però ancora chiaro il motivo del gesto.

Centro commerciale Field's
Centro commerciale Field’s – Nanopress.it

Non sono ancora chiari i motivi che hanno spinto un ragazzo di 22 anni a sparare con un grosso fucile in un centro commerciale di Copenaghen.

Poco dopo l’accaduto le forze dell’ordine lo hanno fermato e arrestato. A quanto pare, era già conosciuto, anche se in maniera marginale.

Vediamo insieme che cosa è successo.

Sparatoria a Field’s

Il ragazzo responsabile del tragico evento ha deciso di aprire il fuoco nel grande centro commerciale Field’s, a Copenaghen.

Stiamo parlando di una grande struttura contemporanea che ospita circa 150 negozi al suo interno.

Essendo vicino al centro cittadino e all’aeroporto, è un luogo molto frequentato.

Nonostante l’arrivo repentino delle forze dell’ordine danese, il 22enne è riuscito nel suo intento.

Ammonterebbe a tre morti e diversi feriti, alcuni molto gravi, il resoconto della sparatoria avvenuta nel centro commerciale di Field’s.

ambulanza Copenaghen
Ambulanza Copenaghen – Nanopress.it

Sono in corso le dovute indagini del caso per cercare di ricostruire i fatti e tentare di capire cosa abbia potuto spingere un ragazzo di 22 anni a impugnare un fucile e aprire il fuoco.

Il giovane armato

Secondo i testimoni del tragico evento, il ragazzo aveva con sé un grosso fucile, usato poi per la sparatoria.

Le forze dell’ordine sono intervenute il prima possibile ma il ragazzo si è allontanato dal luogo del crimine.

È stato ritrovato e arrestato poco dopo vicino al grande centro commerciale Field’s.

La motivazione che ha spinto il sospettato, di 22 anni, a questo gesto è ancora poco chiara.

L’uomo sembrerebbe essere già noto alla polizia, ma in maniera marginale. 

Sui social come spesso accade, sono nate diverse ipotesi che cercherebbero di spiegare il gesto del giovane.

Per alcuni utenti, si tratterebbe di un gesto dettato da una forma di razzismo, ma come ha poi precisato il capo dell’inchiesta, non ci sono al momento elementi a supporto di questa tesi.

Gli inquirenti hanno già battuto due possibili vie. 

All’inizio infatti, si era ipotizzato un atto di terrorismo. Ipotesi abbandonata poco dopo.

Ora, in base ad alcuni video del 22enne pubblicati sul web, si è concretizzata la possibilità che il giovane abbia qualche disturbo psichiatrico.

Infatti, i video lo raffigurano mentre si punta pistole alla testa.

Continuano le indagini sul caso, mentre i feriti lottano tra la vita e la morte.