Contrae un batterio mangiacarne dopo un intervento: ottiene un risarcimento record, ma la sua vita è distrutta

Contrae un batterio mangiacarne dopo un intervento ottiene un risarcimento record, ma la sua vita è distrutta

Contrae un batterio mangiacarne dopo un intervento ottiene un risarcimento record, ma la sua vita è distrutta

Il calvario di Andrew Lane, inglese di 63 anni, è iniziato nel 2013: quello che doveva essere un intervento di routine alla prostata si è in realtà trasformato in un incubo. Subito dopo l’operazione, l’uomo ha contratto un pericolosissimo batterio ‘mangiacarne’, che però i medici del Southend Hospital, in Essex, sono stati in grado di diagnosticare soltanto diversi giorni dopo, quando ormai l’infezione era già a uno stadio molto avanzato. Per colpa di una fascite necrotizzante Lane ha perso parte del suo pene, è diventato incontinente e non è più in grado di avere rapporti sessuali. Ora l’uomo, ennesima vittima di un caso di malasanità, ha ottenuto un risarcimento record, ma la sua è una vittoria a metà, considerato che la qualità della sua vita è stata irrimediabilmente compromessa.

Secondo quanto riportato dal Guardian, durante l’intervento i medici hanno perforato l’intestino dell’uomo, ma se ne sono resi conto solo una settimana più tardi, quando ormai le condizioni di Lane erano gravi. Il paziente è stato immediatamente riportato in sala operatoria, ma i risultati sono stati esigui.

[npleggi id=”https://www.nanopress.it/salute/2017/10/02/uragano-harvey-le-vittime-del-batterio-mangiacarne-sono-gia-due/186323/” testo=”Uragano Harvey: le vittime del batterio mangiacarne sono già due”]

Ora, a distanza di 5 anni, il tribunale ha disposto un risarcimento da record per il 63enne, per lui la felicità rimane parziale: ‘Hanno ammesso i loro errori, ma non ho ricevuto alcuna scusa e sapere che una semplice ecografia fatta qualche giorno prima avrebbe potuto evitare tutto questo è davvero difficile da accettare. Sono stato risarcito, ma non riavrò mai indietro la mia salute. Voglio che le altre persone siano attente riguardo a questo batterio mangiacarne. Se pensate che non state ricevendo un buon trattamento dovete dirlo’, ha dichiarato l’uomo.

Parole di Beatrice Elerdini

Da non perdere