Conte a Palermo: bagno di folla al mercato di Ballarò

Giuseppe Conte è stato accolto con molto calore al mercato storico di Ballarò, sia dalle persone presenti sul posto che dai commercianti.

Giuseppe Conte
Giuseppe Conte – Nanopress.it

Il leader del M5S, Giuseppe Conte, è stato accolto con molta felicità dalle persone che erano al mercato di Ballarò e dagli stessi commercianti che sono rimasti colpiti dalla sua visita al mercato storico di Palermo. L’ex presidente del Consiglio era sul posto per appoggiare la candidatura a sindaco di Franco Miceli.

Conte al mercato di Ballarò: bagno di folla per l’ex premier

Giuseppe Conte, ex premier, ha fatto una passeggiata al mercato di Ballarò, a Palermo, insieme ad altri esponenti del Movimento 5 Stelle. La folla lo ha accolto a braccia aperte: le persone sul posto, compresi i commercianti, hanno dimostrato la loro felicità nel vederlo in quel antico e famoso mercato di Palermo.

L’ex primo ministro si trovava sul posto per appoggiare la candidatura a sindaco della città di Franco Miceli, anche lui presente tra le stradine del mercato. Gli abitanti si sono stretti intorno al leader del M5S, chiedendogli una foto insieme, ma anche semplicemente per salutarlo e scambiare qualche parola e stringergli la mano.

Alcuni hanno gridato “Sei un grande“, altri “Sei il numero uno”: frasi che fanno comprendere come l’ex presidente del consiglio abbia lasciato una ottima impressione tra i palermitani, dopo aver esercitato la propria carica di primo ministro durante il difficile periodo della pandemia di Coronavirus.

Giuseppe Conte
Giuseppe Conte – Nanopress.it

Le parole del leader del Movimento 5 Stelle

Dopo aver assaggiato le prelibatezze vendute al mercato, Conte si è rivolto alle persone presenti sul posto, spiegando loro il motivo della sua presenza a Ballarò: “Sono qui a Ballarò per ascoltare tutti. La popolazione che spesso non viene ascoltata, quelli che di solito non contano e anche quelli che si trovano in difficoltà economica”.

E aggiunge: “Noi non possiamo girare la testa dall’altra parte. Una politica che gira la testa dall’altra parte, soprattutto nei momenti di massima difficoltà economica, è una politica che ha fallito il suo scopo“.

Conte, poi, si è spostato all’ex commissariato Duomo, sede della squadra Catturandi, ripulita dal comitato di quartiere SOS Ballarò, dopo essere stata oggetto di atti di vandalismo, diventando anche luogo preso di mira dai tossicodipendenti: “Un segnale importante di aggregazione, una dimostrazione concreta di attenzione alle esigenze di quartieri più in difficoltà di Palermo: un progetto che va nella direzione giusta“, ha commentato l’ex premier.