Con questo trucco riscaldi casa con 40 centesimi: risparmio assicurato

Ecco che vi sveliamo qual è il modo più efficace per riscaldare la casa senza stufe e camini. Bastano solo 40 centesimi.

Caldaia
Caldaia – Nanopress.it

Continuate a leggere per scoprire qual è il metodo più efficace per mantenere calda la vostra dimora. Con soli 40 centesimi otterrete una casa accogliente.

Caro bollette, la crisi si fa sentire

Lo sforzo economico per far fronte alle bollette di luce e gas è in aumento in Europa. La crisi energetica e la costante minaccia russa di interrompere l’approvvigionamento fanno salire i prezzi dell’energia e allargano il morso che pagare le bollette significa per le tasche, soprattutto tra coloro che percepiscono un salario minimo.

Stufe
Stufe – Nanopress.it

A luglio, il costo del gas e dell’elettricità era aumentato del 38% in tutta Europa rispetto all’anno precedente e anche prima che l’inflazione aumentasse a livello globale, il costo dell’energia era quasi inaccessibile per oltre nove milioni di persone nell’Unione europea.

A rivelarlo è la Confederazione europea dei sindacati (CES), che ha presentato un rapporto dell’Istituto sindacale europeo in cui traduce quello sforzo nei giorni di stipendio che devono destinare coloro che percepiscono un salario minimo nell’UE pagare le bollette.

I risultati, analizzati sulla base dei dati salariali e dei consumi medi delle famiglie espressi da Eurostat, mostrano che i lavoratori con salario minimo in 16 Stati membri devono destinare l’equivalente di un mese o più di stipendio per poter pagare elettricità e riscaldamento. È il doppio rispetto al 2021.

È nella Repubblica Ceca, con un salario minimo lordo mensile di 16.200 corone ceche (circa 654 euro), che la maggior parte del salario minimo deve essere utilizzata per coprire le spese. In totale 65 giorni (più di due mesi) per pagare la bolletta energetica annuale di 34.468 corone.

Stufa
Stufa – Nanopress.it

Nei Paesi del sud il salario minimo è di 1.167 euro (compresa la base minima per i contributi previdenziali) e il costo medio annuo dell’energia è di 1.455 euro per nucleo familiare; le ricevute assorbono 38 giorni di stipendio.

Lo studio evidenzia che il numero di giorni in cui una persona che percepisce il salario minimo deve lavorare per pagare la bolletta energetica è aumentato notevolmente in paesi come l’Estonia (+26), i Paesi Bassi (+20), la Repubblica Ceca (+17), Lettonia (+16).

Nel caso di Slovacchia, Grecia, Repubblica Ceca e Italia, sono nuove nella classifica. Da luglio (mese di riferimento del rapporto per il costo dell’energia) la crisi è peggiorata per cui è aumentato lo sforzo di fronte all’incessante aumento dei prezzi dell’energia che già colpisce il paniere alimentare di base.

Come fare a far fronte a queste nuove spese? Ecco un metodo che vi aiuterà!

La soluzione che costa solo 40 centesimi, non c’entrano le stufe

Non tutti lo sanno, ma esiste un modo davvero efficace che vi permetterà di riscaldare la vostra casa in inverno senza accendere mai stufe e camini.

Stiamo parlando della termocoperta, un lenzuolo termico che vi indurrà a riscaldare esclusivamente il letto di notte e non tutta la casa.

Coperta termica
Coperta termica – NanoPress.it

In effetti, a cosa serve mantenere calda tutta la dimora mentre siete a letto?

La termocoperta vi porterà a un consumo di soli 40 centesimi a notte! In questo modo risparmierete tantissimo in bolletta.

E voi conoscevate questo rimedio innovativo per farvi dire addio alle batoste in bolletta? Fateci sapere cosa ne pensate!