Centri e studi medici estetici, irregolarità e sanzioni dopo il controllo dei NAS

I NAS hanno effettuato controlli in diversi centri e studi estetici del territorio italiano, riscontrando irregolarità. Scattate sanzioni.

Nas
Nas – Nanopress.it

Controlli in centri e studi medici estetici da parte dei NAS. Durante le ispezioni, sono state riscontrate molteplici irregolari e sono state emanate diverse sanzioni amministrative per i soggetti che non operavano a norma di legge. Sanzionate diverse strutture – ubicate sul territorio italiano – nonché sequestrati diversi prodotti in loro possesso, come aghi sterili per tatuaggi, garze, apparecchi utilizzati da personale non autorizzato o senza le dovute qualifiche per operare in questo specifico settore. Controlli richiesti dal Ministero della Salute per stanare chi opera senza requisiti igienico-sanitari e di sicurezza richiesti dalla legge.

Centri e studi medici estetici, irregolarità e sanzioni dopo il controllo dei NAS

I NAS hanno ispezionati 793 strutture – ubicate in tutto il territorio nazionale – al fine di controllare se centri e studi medici estetici operavano secondo le norme vigenti. Durante i controlli sono state sanzionate e denunciate 110 strutture irregolari, per un totale di 187 mila euro di multe.

Dopo i recenti episodi di cronaca – l’ultimo che ha visto la morte di una giovane donna dopo un intervento al seno, effettuato da una persona non qualificata – il Ministero della Salute ha deciso di mettere in atto la campagna di controlli, al fine di non far ripetere casi simili.

Carabinieri
Carabinieri – Nanopress.it

Lo scopo dei controlli

I Carabinieri del NAS hanno attuato i controlli nelle strutture in oggetto, per capire se rispettassero le norme previste per il settore.

Nello specifico, le ispezioni sono servite per appurare se i vari centri e studi medici avessero idoneità tecnica dell’attrezzatura utilizzata, i requisiti igienico-sanitari e strutturali, le autorizzazioni per operare nel campo, nonché le qualifiche necessarie per effettuare specifici trattamenti.

Tra questi, sono da annoverare gli impianti cutanei, i filler, biorivitalizzazione della pelle con il trattamento crescita plasma ricco di piastrine.

Le conseguenze delle ispezioni per i centri estetici

Dopo i controlli effettuati nei vari centri e studi medici, dipanati in tutto il territorio nazionale, i Carabinieri del NAS hanno sequestrato e sospeso otto centri estetici e tre studi medici e poliambulatori, in quanto non rispettavano i requisiti minimi richiesti dalla legge o, semplicemente, perché esercitavano in maniera abusiva.

Tra gli strumenti sequestrati, ci sono cinque dispositivi per la centrifugazione del siero ematico, apparecchi elettromedicali, più 500 dispositivi medici, diverse confezioni di medicinali, siringhe, garze, aghi sterili che erano in possesso delle strutture in maniera illegale o che erano scaduti.