Cagliari, ventenne pestata da 3 coetanee per un ragazzo: nessuno interviene per aiutarla

Ragazza viene pestata violentemente da tre sue coetanee in pieno centro a Cagliari. Nessuno dei passanti interviene o chiama le autorità.

Polizia
Polizia italiana – Nanopress.it

Segnalato l’ennesimo episodio di bullismo a Cagliari, stavolta proprio in pieno centro di fronte alla stazione dei pullman in piazza Matteotti. Ad essere coinvolte sono state due ragazze minorenni ed una di 21 anni, le quali hanno picchiato a sangue una loro coetanea, a quanto pare per gelosia un ragazzo conteso. Ecco cos’è successo.

La violenta aggressione

Secondo i referti della polizia comunale, la lite avrebbe avuto inizio a causa di alcune avances da parte di un ragazzo conosciuto da tutte e tre le giovani, verso la vittima. A quel punto è cominciata una rissa fatta principalmente di insulti e parole forti come:

“sei una debole, Fai la brava o ti ammazzo.”

Una frase che fa venire i brividi, scaturita dall’invidia di una delle tre bulle, apparentemente respinta dal ragazzo conteso. Successivamente hanno spinto a terra la povera malcapitata e l’hanno presa dai capelli con una tale forza da strapparglieli. Dopodiché si sono scagliate brutalmente su di lei a suon pugni e calci, recandole danni gravissimi all’addome e al viso. La ventenne rischia 10 giorni di prognosi.

La denuncia

Piazza
Piazza Matteotti a Cagliari – Nanopress.it

Uno degli aspetti sconcertanti della vicenda è che nonostante l’episodio abbia avuto molti testimoni oculari, nessuno di questi è davvero intervenuto o ha chiamato il 113 per aiutare la ragazza. Chi ha denunciato l’episodio alla polizia infatti è stata proprio la vittima, che è riuscita a reagire con estremo coraggio malgrado le violenze subite e gli insulti ricevuti persino sui social, nei giorni a seguire.

Le forze dell’ordine sono poi risalite all’identità delle tre aggreditrici, denunciate subito dopo. Le ragazze dovranno affrontare le conseguenze dei loro terribili gesti e sicuramente si verrà aperta un’inchiesta in tribunale, mentre la ventenne è stata portata d’urgenza al Pronto Soccorso dell’ospedale Brotzu. Il risultato è più grave del previsto: una contusione cranica e una grave lesione alla mandibola che richiederanno parecchi giorni di cure e assistenze mediche.

Purtroppo non è la prima volta che il centro di Cagliari assiste ad episodi simili. Ad esempio, qualche settimana dopo l’accaduto, un 50enne è stato ferito al viso da un 27enne con un coltello, il quale è stato immediatamente arrestato. Si raccomanda di chiamare sempre il 113 in caso di pericolo o rivolgersi alle autorità, evitando così di ricadere nella cosiddetta “sindrome dello spettatore“.