Buenos Aires: 20enne rimane con la testa incastrata tra il treno e la banchina

E’ vivo grazie al tempestivo intervento dei Vigili del Fuoco José Alejandro Centurion: il giovane venditore ambulante stava scendendo dal treno a Merlo, in provincia di Buenos Aires, ma ha appoggiato male il piede sul gradino ed è precipitato nel vuoto tra il vagone e la banchina. E’ letteralmente rimasto incastrato con la testa. L’epilogo per il 20enne poteva essere tragico, ma fortunatamente la vicenda si è risolta per il meglio.

Lo spaventoso incidente è avvenuto nella stazione ferroviaria di Libertad: il treno della linea Belgrano Sur si era fermato per una breve sosta. Secondo le prime ricostruzioni della vicenda, pare che poco prima a bordo sia scattata una rissa per ragioni ancora da accertare. Il 20enne coinvolto, è scappato, ma ha perso l’equilibrio mentre stava scendendo dal treno: è probabile fosse in stato di ebbrezza.

Immediato l’intervento dei Vigli del Fuoco che hanno bloccato temporaneamente il traffico ferroviario per poter effettuare le manovre di soccorso. José Alejandro Centurion è stato subito trasportato in ospedale: dopo essere stato medicato per le ferite riportate, è stato dimesso.

‘Ha avuto molta fortuna, possiamo dire che è nato una seconda volta. Non è la prima volta che ci capita qualcosa del genere, ma in passato le persone rimaste incastrate non ce l’hanno fatta’, ha spiegato il capo della squadra dei Vigili del Fuoco intervenuta per salvare il 20enne.