Brittney Griner, la star del basket condannata a 9 anni

La star del basket americana Brittney Griner è stata giudicata colpevole per aver introdotto durante lo scorso febbraio sostanze a base di marijuana in Russia. Dovrà scontare ben 9 anni di carcere.

Brittney Griner
Brittney Griner – Nanopress.it

Brittney Griner, campionessa americana di basket dovrà scontare ben 9 anni di carcere in Russia con l’accusa di aver introdotto sostanze a base di marijuana all’interno del paese. 

La ragazza era stata fermata all’aeroporto di Mosca lo scorso 17 febbraio. Il processo però è iniziato il primo luglio. La ragazza si era dichiarata colpevole di possesso di marijuana ma il tribunale l’ha giudicata colpevole di spaccio.

La condanna a Brittney Griner

Dunque la famosa cestista americana, Brittney Griner è stata condannata a scontare 9 anni di galera per aver introdotto all’interno della Russia dell’olio alla cannabis, trovato all’interno del suo bagaglio. 

La Griner si è dichiarata colpevole di possesso del prodotto, affermando però di averlo portato inavvertitamente nel territorio russo. 

Star del basket americana
Star del basket americana – Nanopress.it

Infatti durante il processo è stato dimostrato che alla giovane era permesso fare uso di marijuana per scopo terapeutico. Inoltre in diversi stati dell’America è ormai legale l’utilizzo di cannabis anche a scopo ricreativo.

In ogni caso secondo in giudici del tribunale di Mosca, Brittney Griner ha invece introdotto consapevolmente la sostanza nel paese accusandolo addirittura di spaccio.

Poco prima della sentenza inoltre la sportiva americana ha espressamente chiesto ai giudici di non “porre fine alla sua vita”. Purtroppo la richiesta della ragazza è stata totalmente ignorata, in quanto la giovane è stata condannata a ben 9 anni di carcere dal tribunale di Mosca.

La sentenza della ragazza capita in un periodo geopolitico molto complicato. Infatti proprio durante questo periodo in vista della guerra tra Russia e Ucraina, vi è un dibattuto in corso tra Russia e Usa, rispetto al rientro in patria dei prigionieri. Tra questi potrebbe essere inclusa anche la Griner.

Le parole di Biden sul caso

Il presidente Biden ha espresso il suo punto di vista sulla questione, affermando che la sentenza del processo di Brittney Griner è assolutamente inaccettabile, aggiungendo che Mosca sta “detenendo ingiustamente Brittney” e chiedendo di rilasciarla immediatamente per permetterle di tornare dai suoi cari.

Anche il segretario di stato americano Blinken ha affermato che proverà a parlare con il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov.

“Il governo russo usa detenzioni illegali per portare avanti la propria agenda, utilizzando gli individui come pedine politiche”.

Ha affermato Blinken, per poi terminare dicendo che l’amministrazione degli Stati Uniti farà tutto il possibile per riportare a casa Brittney e gli altri prigionieri.