British Airways hackerata: violati i dati di pagamento con carta di credito di circa 380mila clienti

British Airways hackerata violati i dati di pagamento con carta di credito di circa 380mila clienti

British Airways hackerata violati i dati di pagamento con carta di credito di circa 380mila clienti

Denunciato il furto dei dati di pagamento di oltre 380mila clienti: a finire sotto attacco hacker è il sito web e l’applicazione mobile della compagnia aerea britannica British Airways. La società ha fatto sapere che è attualmente in corso un’indagine per capire cosa sia realmente accaduto.

La British Airways ha dichiarato inoltre che le informazioni violate non riguardano non soltanto i dati di pagamento e delle carte di credito, ma anche quelli personali, quali ad esempio nomi e indirizzi (email e di residenza). Al sicuro sarebbero rimati invece tutti gli altri dettagli presenti sui documenti.

Nel mirino degli hacker sono finiti i pagamenti effettuati dalle 21.58 (23.58 in Italia) del 21 agosto alle 20.45 (22.45 in Italia) di ieri, 5 settembre. ‘In questo arco di tempo le informazioni personali e finanziarie dei clienti che hanno effettuato prenotazioni sul sito web ba.com e sull’applicazione mobile della compagnia aerea, erano suscettibili di furto’, ha dichiarato in una nota la compagnia aerea.

La società fa inoltre sapere che i clienti potenzialmente coinvolti nel furto informatico sono stati contattati, tuttavia invita tutti coloro che credono di poter rientrare tra le vittime a ‘contattare le loro banche o i fornitori di carte di credito e seguano le loro raccomandazioni’.

Il presidente e amministratore delegato della compagnia aerea, Alex Cruz, ha dichiarato di essere in attesa di rapporti più dettagliati sull’accaduto prima di prendere provvedimenti, ma sembra comunque che la compagnia aerea abbia intenzione di rifondere i clienti nel caso di un danno economico subìto a seguito del furto delle informazioni di pagamento.

‘Al momento la nostra priorità è proteggere le informazioni personali dei clienti è una questione estremamente seria per l’azienda. Ci rammarichiamo profondamente per l’interruzione causata da questa attività criminale’, ha aggiunto Cruz.

Parole di Beatrice Elerdini

Da non perdere