Brasile, morto uno dei volontari del test sul vaccino AstraZeneca

Il volontario deceduto, un medico di 28 anni, è stato tra i soggetti che non hanno ricevuto il vaccino AstraZeneca/Oxford, ma il placebo

Vaccino coronavirus

Pexels | Polina Tankilevitch

In Brasile è morto uno dei volontari coinvolti nel programma di test del vaccino anti Covid-19 di AstraZeneca/Oxfort.
A riferirlo è stata l’Agenzia Nazionale Brasiliana di Sorveglianza Sanitaria (ANVISA).

Il volontario, un medico 28enne, non ha ricevuto il vaccino per il Coronavirus, ma il placebo. Lo ha confermato la BBC sul proprio sito.
Le autorità brasiliane attualmente non hanno fornito dettagli relativi alla morte del medico e hanno fatto riferimento a protocolli che richiedono riservatezza. Inoltre, la sperimentazione non è stata interrotta.

Il medico ha ricevuto il placebo, un vaccino contro la meningite

Durante i test del vaccino, circa la metà dei volontari ha ricevuto il vaccino Covid-19 dell’Università di Oxford. Agli altri, invece, è stato somministrato un vaccino già autorizzato per la meningite. Né i partecipanti né le loro famiglie sanno quale farmaco viene loro somministrato.
Questo avviene per permettere ai ricercatori di confrontare i risultati sui due gruppi e testare l’effettiva efficacia del vaccino.

L’università di Oxford, si legge sul sito della BBC, non ha individuato elementi di preoccupazione per l’Iter. AstraZeneca, in una nota, ha evidenziato che non può commentare singoli casi, ma “può confermare che i processi di revisione necessari sono stati eseguiti”.

Tutti gli eventi medici significativi sono attentamente valutati dagli investigatori della sperimentazione, da un comitato indipendente di monitoraggio della sicurezza e dalle autorità di regolamentazione”, ha spiegato AstraZeneca. “Queste valutazioni non hanno portato ad alcuna preoccupazione circa la continuazione dello studio in corso”.

Il vaccino AstraZeneca/Oxford potrebbe essere tra i primi ad arrivare sul mercato

Verso il vaccino AstraZeneca/Oxford si nutrono grandi speranze. Si pensa, infatti, che potrebbe essere uno dei primi ad arrivare sul mercato.

Il vaccino, infatti, ha già avuto successo nei test delle fasi 1 e 2, mentre quelli della fase 3 sono attualmente in corso e vengono effettuati in Paesi come Gran Bretagna, Brasile e India.

Le prove del vaccino sono state sospese il mese scorso dopo un effetto collaterale segnalato in un paziente nel Regno Unito, ma sono state riprese pochi giorni dopo, quando è stato ritenuto sicuro continuare.

Il Brasile è il terzo paese al mondo per numero di casi di Covid-19

Il Brasile ha in programma di acquistare il vaccino se verrà approvato. Il Paese ha oltre 5 milioni di casi confermati ed è il terzo con il più alto numero di contagi, dopo Stati Uniti e India. Secondo i dati della Johns Hopkins University, i decessi in Brasile registrati fino ad ora sarebbero quasi 155mila.

Parole di Alanews

Da non perdere