Bonus IMU 50%, puoi tirare un sospiro di sollievo: scadenza alle porte | Come si ottiene

In arrivo un incredibile bonus IMU del 50%: è possibile tirare un sospiro di sollievo. La scadenza è alle porte: ecco come si ottiene.

bonus imu 50%
bonus imu 50% – nanopress.it

L’IMU è una vera e propria stangata per tutti i proprietari dei beni immobiliari, ma adesso è in arrivo un bonus del 50% che può essere di grande ausilio. Gli italiani pagano una costosissima IMU per i terreni edificabili o per le abitazioni in paesi spopolati. Con l’arrivo di questo nuovo aiuto economico molte famiglie italiane saranno felici. Poter risparmiare il 50% delle spese sostenute è sicuramente un grandissimo vantaggio. Scopriamo in questa guida chi può beneficiare del bonus IMU e come fare per avere per avere questo beneficio economico.

Bonus IMU al 50%: cos’è?

In virtù di un provvedimento pubblicato in data 16 settembre 2022, l’Agenzia delle Entrate ha definito il bonus IMU. Si tratta di un credito di imposta pari al 50% ed è relativo all’importo versato come seconda rata dello scorso anno. Per accedere al bonus IMU 50% è necessario che i proprietari del bene immobiliare siano gestori anche di un’attività economica, che hanno ricevuto una riduzione del giro d’affari pari ad almeno il 50%. Il bonus IMU al 50% è un aiuto economico molto importante per chi abbia subito questo danno di natura economica.

Bonus IMU 50%: quali sono i requisiti economici?

Nel secondo trimestre dell’anno 2021 ci deve essere stata una diminuzione del giro d’affari pari ad almeno il 50% di quanto percepito nel periodo dell’anno 2019. La detrazione fiscale può essere fruita attraverso un’autocertificazione, che deve essere presentata dal 28 settembre 2022 fino al 28 febbraio 2023.

bonus imu 50%

Entro cinque giorni l’Amministrazione tributaria rilascerà un documento che funge da prova della messa in carico. Entro dieci giorni l’Agenzia delle Entrate invierà una conferma di aver rifiutato o accettato il bonus.

Bonus IMU: come chiedere il rimborso?

Il bonus IMU viene erogato come credito d’imposta da utilizzare in compensazione tramite il Modello F24. Il credito d’imposta non concorre alla formazione del reddito e neppure alla formazione del valore della produzione netta. Per beneficiare del rimborso del bonus IMU è bene che gli immobili rientrino nella categoria catastale D/2.

Come sottolineato dalla stessa Agenzia delle Entrate, i crediti d’imposta possono essere utilizzati in compensazione tramite il Modello F24 entro la fine dell’anno. È necessario indicare uno dei codici tributo che devono essere inseriti nella “sezione erario” del Modello F24.

bonus IMU
bonus imu 50% – Nanopress.it