Bollettino Covid 9 dicembre: 12.756 nuovi casi e 499 vittime

Diminuiscono i tamponi e diminuiscono anche i positivi. Scende però anche il numero dei decessi: non si scendeva sotto la soglia dei 500 da inizio novembre

Americhe

Foto Getty Images | Justin Sullivan

I dati relativi alle ultime 24 ore diffusi nel bollettino ufficiale del Ministero della Sanità, segnalano un calo dei nuovi casi, in corrispondenza però di una riduzione dei tamponi effettuati. Infatti, i nuovi casi risultano 12.756 (ieri 14.842) a fronte di 118.475 tamponi eseguiti (ieri 149.232). In questo modo, sale il tasso di positività, che arriva al 10,8%. Scendono però anche le vittime: i decessi oggi sono stati 499 (ieri 634), non si scendeva sotto i 500 da inizio novembre.

I casi registrati da inizio pandemia sono 1.770.149, i morti 61.739.

Bollettino 9/12: aumentano i guariti, diminuiscono i ricoveri in terapia intensiva

Importante sottolineare che oggi sono stati ben 39.266 i pazienti dichiarati guariti dal Coronavirus, mentre i nuovi ricoveri in terapia intensiva sono stati 152 contro i 192 di ieri.

In totale, gli attualmente positivi sono 710.515, meno circa 27 mila rispetto a ieri. Nelle terapie intensive, invece, ad oggi sono ricoverate 3.320 persone, meno 25 rispetto a ieri, quando già erano calate di 37.

La Regione che segna il maggior numero di nuovi casi è il Veneto con 2.427, al secondo posto la Campania con 1.371. Seguono Lazio (+ 1.297), Lombardia (+ 1.233) ed Emilia Romagna (+ 1.079).

La Lombardia ottimista verso la zona gialla, per Crisanti terza ondata inevitabile

Attilio Fontana, presidente della Lombardia, ha annunciato che la sua Regione diventerà zona gialla a partire da domenica 13 dicembre. Dopo un lungo scontro col governo per uscire dalla zona rossa e poi da quella arancione, la Lombardia passerà alla fascia col più basso rischio.

Mentre Fontana è ottimista e gli altri governatori chiedono maggior flessibilità al governo in vista delle feste, il professor Cristanti ha però affermato che le norme messe in atto ora sono troppo blande: la terza ondata, con queste condizioni, sarà inevitabile.

L’unica speranza resta il vaccino, ma in UK, dove ieri è partita la campagna, alcuni soggetti hanno segnalato forte reazioni allergiche: il futuro è incerto.

Parole di Carlotta Tosoni

"Una cosa bella è una gioia per sempre" diceva John Keats. Provo ad applicare questi versi nella pratica cercando e studiando tutto ciò che è esteticamente e intellettualmente interessante. Infatti arte, bellezza e comunicazione sono sempre stati la mia guida nello studio, nel lavoro e nella vita: ricercare contenuti validi da esprimere in maniera piacevole e da comunicare efficacemente. Solo così si può provare a cambiare le cose. La mia formazione è stata economica e artistica, la scrittura il mio mezzo preferito per raccontare il mondo, le mie passioni la storia dell’arte, il beauty, lo sport. Dal 2020, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.

Da non perdere