Bollettino Covid, 19 marzo: 25.735 nuovi casi e 386 morti

Secondo il bollettino del Ministero della Salute relativo alla giornata di oggi venerdì 19 marzo nelle ultime 24 ore i nuovi casi di Coronavirus sono stati 25.735 (ieri erano stati 24.935). I decessi registrati oggi sono stati 386 contro i 423 di ieri.

I tamponi effettuati sono stati 364.822 con il tasso di positività che si attesta al 7% (ieri uguale). L’aumento dei casi è stato registrato in concomitanza di numero di test effettuati maggiore a quello di ieri (+11.085), ma con un rapporto positivi/test stabile. L’indice Rt nazionale è ancora 1,16.

Sale a 3.332.418 il numero totale di persone che sono risultate positive al Covid da inizio pandemia, mentre i morti salgono a 104.241 vittime. I guariti o dimessi totali sono ad oggi 2.671.638: +16.292 rispetto a ieri.
In Italia a oggi i positivi attualmente sono 556.539, +9.029 rispetto a ieri: un aumento conseguente al fatto che il numero di guariti + vittime non supera quello dei nuovi casi registrati oggi.

Sale ancora il numero pazienti ricoverati: nei reparti ordinari sono attualmente 26.858, +164 rispetto a ieri, mentre i casi gravi in terapia intensiva sono a oggi 3.364, +31 posti letto occupati rispetto a ieri: i nuovi ingressi in rianimazione sono stati 244 nelle ultime 24 ore.

Agenas, l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, ha lanciato pochi giorni fa l’allarme in merito all’occupazione delle terapie intensive. Attualmente la curva sembra stabile, ma l’andamento dei giorni scorsi desta preoccupazione.

A oggi, sono più di 7.4 milioni gli italiani ai quali è stato somministrato il vaccino e 2.3 ha già ricevuto la seconda dose. Oggi è ripartito l’utilizzo dio AstraZeneca, definito sicuro dall’Ema.

Bollettino 19/03: Lombardia sempre al primo posto

La Lombardia risulta anche oggi da bollettino la Regione con più casi, 5.518, che portano il totale a 689.107 da inizio pandemia; i decessi sono stati 80, 29.631 il totale.

Per quanto riguarda i nuovi positivi, seguono Emilia-Romagna (+3.188), Piemonte (+2.997), Lazio (+2.188), Campania (+1.997), Veneto (+1.917), Puglia (+1.785) e Toscana (+1.365).

Per quanto riguarda i decessi, seguono la Lombardia l’Emilia-Romagna (42), il Lazio (+38) e il Piemonte (+33). La Valle d’Aosta e l’Alto Adige hanno registrato zero morti.