Bill Gates e la moglie Melinda annunciano il divorzio dopo 27 anni di matrimonio

Non si sa ancora quali siano gli accordi, ma i due hanno annunciato che continueranno a lavorare insieme sul versante filantropico

Bille Gates e la moglie Melinda

Foto Getty Images | Global Citizen

Dopo ventisette anni di matrimonio, Bill Gates e la moglie Melinda annunciano il divorzio. Nonostante la separazione, i due coniugi hanno espresso la volontà di continuare a lavorare insieme per l’associazione che hanno fondato nel 2000, la Fondazione Bill & Melinda Gates, per migliorare l’assistenza sanitaria e ridurre la povertà estrema nel mondo. All’indomani della notizia, la separazione solleva diversi interrogativi, in merito alla possibile divisione dell’immenso impero economico della famiglia.

L’annuncio su Twitter: “Ci addentriamo in una nuova vita”

L’imminente divorzio tra il fondatore di Microsoft e la moglie Melinda è stato annunciato ieri, lunedì 3 maggio, da Bill Gates in persona, che ha postato un messaggio su Twitter, firmato anche dalla moglie.

“Dopo molte riflessioni e moltissimo lavoro sulla nostra relazione, abbiamo deciso di terminare il nostro matrimonio“, si legge nel messaggio. “In 27 anni abbiamo cresciuto tre figli incredibili e costruito una fondazione che opera in tutto il mondo per consentire alle persone di condurre una vita produttiva, in salute“, scrivono i coniugi, sottolineando l’intenzione di proseguire il loro sodalizio filantropico.

Continuiamo a condividere la fede in questa missione e continueremo il nostro lavoro insieme nella fondazione, ma non crediamo più che potremo crescere insieme come coppia nella prossima fase delle nostre vite“, si legge. E infine: “Chiediamo di aver spazio e privacy per la nostra famiglia, mentre ci addentriamo nella nuova vita“.

Come verrà spartito l’impero economico della famiglia Gates

Il divorzio tra Bill Gates e la moglie Melinda avrà naturalmente ripercussioni finanziare. Secondo la classifica dei miliardari di Bloomberg, il fondatore di Microsoft è la quarta persona più ricca al mondo, con un patrimonio di 146 miliardi di dollari, quindi oltre 130 miliardi di euro. Soltanto la fondazione Bill & Melinda Gates possiede un capitale di oltre 50 miliardi di dollari. Inoltre, la famiglia Gates detiene ancora una quota residuale in Microsoft, pari all’1,37% del capitale, per un valore di 26 miliardi di dollari.

Leggi anche: Forbes, nell’anno della pandemia boom di miliardari

Finora, la famiglia Gates ha vissuto principalmente nella residenza di Seattle, nello Stato di Washington, sulla costa occidentale degli Stati Uniti. Ma i Gates possiedono anche una grande villa affacciata sull’Oceano, in California. Tutti i beni acquisiti durante il matrimonio dovrebbero essere divisi al 50% per ciascuno dei coniugi, se non diversamente specificato in un accordo prematrimoniale. Un portavoce di Bill Gates ha rifiutato di commentare se la coppia avesse firmato un tale accordo.

Il divorzio tra Jess Bezos e MacKenzie Scott

La vicenda ha ricordato il divorzio tra il miliardario Jeff Bezos, fondatore di Amazon, e MacKenzie Scott, annunciato nel 2019. In seguito al divorzio, MacKenzie Scott ha avuto il 25% delle azioni Amazon, per un valore di circa 38 miliardi di dollari, mentre Jeff Bezos ha mantenuto la parte restante delle azioni e il controllo del Washington Post e di Blue Origin. La ex moglie avrebbe potuto chiedere il 50% dei beni comuni, ovvero 80 miliardi di dollari, ma non lo ha fatto e non ha portato avanti alcuna battaglia legale.

Parole di Linda Pedraglio

Mi chiamo Linda Pedraglio. Sono nata e cresciuta in un piccolo paese vicino al lago di Como, ma, fra studio e lavoro, ho avuto modo di vivere città diverse: l’Erasmus a Helsinki, gli anni dell’università a Milano, il corso di giornalismo a Firenze. Sogno una piccola casa sul lago, piena di libri, che sono il mio affaccio sul mondo, e un orto di pomodori e peperoncini. Attualmente, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection, dove mi occupo di donne, salute e benessere, con qualche incursione nel percorso di emancipazione femminile.

Da non perdere