Biden andrà in giro per gli USA a ‘vendere’ il suo ‘Inflation Reduction Act’

Martedì il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha ufficialmente firmato l’Inflation Reduction Act, una legge a cui il presidente tiene molto per risollevare le sorti economiche del Paese e le sue personali dal punto di vista del suo indice di gradimento personale in vista delle elezioni di mid term.

Joe Biden
Joe Biden – Nanopress.it

Joe Biden è tornato dalle vacanze con il botto. Il presidente degli Stati Uniti, con la sua popolarità sul pavimento per l’aumento dei prezzi, vuole recuperare l’iniziativa. Biden intraprenderà un tour attraverso il paese per vendere il suo piano di punta, la legge sulla riduzione dell’inflazione recentemente approvata.

Joe Biden è tornato dalle vacanze con il ‘botto’

Il primo atto di quell’offensiva avviene questo martedì alla Casa Bianca, dove firmerà la legge e ne difenderà le virtù. Nelle prossime settimane, Biden “viaggerà attraverso il paese per evidenziare come il disegno di legge aiuterà il popolo americano“, secondo la presidenza. Non si sa ancora quale strada prenderà, ma tutti i membri del suo governo si sono mobilitati anche con diverse iniziative e prevedono di fare 35 viaggi in 23 stati solo fino alla fine di agosto, secondo i rumors non ufficiali che sono usciti dal suo gabinetto.

Il presidente convocherà anche una riunione di gabinetto incentrata sulle forze dell’ordine. Le riunioni di gabinetto sono relativamente rare. Il presidente e il suo capo di stato maggiore si confrontano direttamente con i segretari dei vari dipartimenti e l’organo collegiale non ha poteri specifici oltre alla consulenza del presidente. È composto dal vicepresidente, dai 15 segretari dei dipartimenti esecutivi, dal capo di stato maggiore e da altri otto membri con incarichi diversi.

Questo sarà il quarto incontro da quando Biden è entrato in carica 20 mesi fa. Per ottenere il massimo dalla legge in termini di comunicazione, organizzerà anche un evento per celebrarne la promulgazione martedì prossimo, 6 settembre, alla Casa Bianca, subito dopo il Labor Day, il primo lunedì di settembre, che segna informalmente il fine dell’estate.La norma ha ridato vigore ai Democratici a meno di tre mesi dalle elezioni legislative di medio termine, in cui rischiano di perdere la maggioranza alla Camera dei Rappresentanti e al Senato.

“Questa legge storica ridurrà il costo dell’energia, dei farmaci da prescrizione e di altri servizi sanitar”

Ora, almeno, hanno un importante risultato politico da vendere. Nonostante il nome, le misure della norma non serviranno a ridurre l’inflazione nel breve termine (o le sono irrilevanti o entrano in vigore e dispiegano i loro effetti in pochi anni), ma in questo ha anche avuto il dono di opportunità, dal momento che in questo momento l’inflazione sembra aver raggiunto il picco e sta iniziando ad attenuarsi.

Booster Covid-19
Booster Covid-19 – Nanopress.it

“Questa legge storica ridurrà il costo dell’energia, dei farmaci da prescrizione e di altri servizi sanitari per le famiglie americane, combatterà la crisi climatica, ridurrà il deficit e costringerà le più grandi aziende a pagare la loro giusta quota di tasse”, afferma la Casa Bianca. È un progetto che sembrava morto solo due mesi fa e che Biden e il leader dei Democratici al Senato, Chuck Schummer, sono riusciti a portare a termine, anche se è riducendo notevolmente la loro ambizione per gli incarichi a due senatori ribelli.

Da quando il progetto è stato sbloccato, la Casa Bianca ha inondato i giornalisti di dichiarazioni, rapporti e argomentazioni sui benefici della legge. Ora, Biden vuole avvicinare quel messaggio ai cittadini di tutto il Paese con un tour di cui non si conoscono ancora i dettagli. Saranno atti istituzionali. Parallelamente, Biden parteciperà anche a eventi di pura campagna.

La prima è annunciata per il prossimo 25 agosto: un atto del Comitato Nazionale Democratico nella contea di Montgomery (Maryland), alla periferia di Washington.Il messaggio di Biden è che ha approvato una legge a favore delle famiglie e imposta agli interessi privati ​​che, suggerisce, sono difesi dai repubblicani, che hanno votato in blocco contro la legge.