Berrettini si aggiudica il derby con Sonego

Risponde alla grande il polso di Matteo Berrettini che supera Lorenzo Sonego dopo una battaglia di circa due ore e raggiunge la semifinale dell’ATP di Stoccarda.

Matteo Berrettini
Matteo Berrettini – Nanopress.it

Una grande prova dei due italiani in Germania, Matteo e Sonego danno vita ad una sfida molto intensa che si conclude con un lungo abbraccio e tante risate tra i due, grandi amici fuori dal campo.

Risposte importanti da parte di Berrettini che dimostra un’ottima condizione fisica ed una buona tenuta mentale in un match veramente tirato e deciso soltanto da tre break, con entrambi gli italiani molto bravi a gestire i propri turni di battuta.

Il ritorno di Matteo Berrettini

Era un test importante per il tennista romano, l’esito è più che incoraggiante per il tennis italiano: Matteo Berrettini è ufficialmente tornato e si sta preparando al meglio per il grande appuntamento di Wimbledon, dove difenderà la finale dello scorso anno.

Berrettini
Berrettini – Nanopress.it

Parte meglio Lorenzo Sonego che riesce ad aggredire alto il connazionale e grazie ad un break si aggiudica il primo set.
Sfruttando un netto passaggio a vuoto di Sonego, Berrettini rimonta nel secondo parziale restituendo il 6/3 subito all’amico e collega.

Nel terzo e decisivo set, Matteo al servizio è praticamente perfetto e delizia il pubblico tedesco con un passante da urlo di rovescio nell’ultimo game della partita.
Finisce 3/6,6/3,6/4 per il numero 10 della classifica ATP che ora si prepara ad affrontare Oscar Otte, già sconfitto al Roland Garros del 2018 e agli Us Open nel 2021.

Tsitsipas e poi Kyrgios, spettacolo a Stoccarda!

La giornata di Stoccarda offre altre due partite da non perdere con la supersfida tra Stefanos Tsitsipas e Andy Murray e l’incontro tra Nick Kyrgios e Fucsovics.

Stefanos Tsitsipas
Stefanos Tsitsipas – Nanopress.it

Murray, apparso un pò in difficoltà nei turni precedenti, proverà a mettere i bastoni tra le ruote al favorito Tsitsipas, pronto a riscattarsi dopo un deludente Roland Garros.

Con Kyrgios in campo lo spettacolo è garantito, l’australiano rimane uno dei talenti più luminosi del tennis mondiale e, soprattutto sull’erba, può essere una mina vagante anche nella prossima edizione di Wimbledon.