Berrettini saluta Wimbledon, l’azzurro è positivo al Covid

Triste notizia per il tennis italiano con Matteo Berrettini costretto ad abbandonare il torneo di Wimbledon a poche ore dall’inizio del suo esordio per la positività al Covid-19

Matteo Berrettini
Matteo Berrettini – Nanopress.it

Finisce prima di cominciare il torneo di Wimbledon per il nostro Matteo Berrettini, fermato dalla positività al Covid-19 e costretto al ritiro a poche ore dall’inizio della sua partita di primo turno.

Tanta tristezza per lo sport italiano che perde il suo giocatore migliore nel torneo in cui il suo tennis avrebbe potuto mettere in seria difficoltà il favorito assoluto Novak Djokovic.
L’azzurro dopo aver vinto Stoccarda e il Queen’s si ferma sul più bello e non avrà la possibilità di difendere la finale ottenuta lo scorso anno.

Matteo Berrettini, che sfortuna!

La peggiore delle notizie possibili per noi italiani arriva direttamente da Matteo Berrettini che con un lungo post su Instagram comunica la sua positività al Covid-19 dando un grande dispiacere ai tifosi italiani che puntavano molto sul numero 1 italiano in questo torneo.

Berrettini
Berrettini – Nanopress.it

Quanta sfortuna per Berrettini che dopo l’infortunio subito ad inizio anno è costretto ad un nuovo stop proprio nel periodo più bello della sua carriera a poche ore dall’inizio del torneo di Wimbledon che lo vedeva come uno dei favoriti per la vittoria finale.

Ha il cuore spezzato il tennista romano (inizia cosi il suo post su Instagram) che cede il posto al Lucky loser svedese Elias Ymer.

L’Italia si affida a Sinner

Con il forfait di Berrettini il tennis italiano si affida totalmente a Jannik Sinner che ieri ha esordito ottenendo la sua prima vittoria in carriera sulla superficie erbosa battendo il tre volte campione slam Stan Wawrinka.

Sinner
Sinner – Nanopress.it

L‘altoastesino rappresenterà dunque il tennis italiano nel torneo più prestigioso e proverà a portare a casa un risultato importante anche in segno dell’amicizia che lo lega al connazionale italiano.

Nel pomeriggio i riflettori saranno puntati anche sullo spagnolo Rafael Nadal, pronto al suo esordio sul campo centrale di Wimbledon.
Il maiorchino era nella stessa parte del tabellone di Berrettini e il suo forfait rappresenta un altro segnale positivo per mister 22 slam che continua a coltivare il sogno di piazzare un clamoroso grand slam a 36 anni compiuti