Bernardeschi si presenta al Toronto, scelta la maglia numero 10!

Inizia ufficialmente oggi la nuova avventura calcistica di Federico Bernardeschi che ripartirà dal Toronto e da una maglia numero 10 pesante. Il classe ’94 proverà a rilanciarsi anche per riconquistarsi un posto da titolare con l’Italia di Roberto Mancini

Federico Bernardeschi
Federico Bernardeschi – Nanopress.it

Dopo cinque stagioni in maglia bianconera Federico Bernardeschi ha deciso di lasciare l‘Europa accettando il trasferimento in MLS dove indosserà la maglia numero 10 del Toronto.

Dopo la grande esperienza di Sebastian Giovinco il club canadese affida il ruolo di trascinatore ad un altro calciatore proveniente dalla Juventus, la speranza del Toronto è che il talento di Carrara possa emulare lo stesso percorso fatto dalla “Formica Atomica”.

Bernardeschi:”Sono qui per rilanciarmi”

Tanti sorrisi ed anche un primo ballo con i suoi nuovi tifosi, Federico Bernardeschi si è presentato al Toronto con tanto entusiasmo e la consapevolezza di dover dare il massimo per riconquistarsi la nazionale e rilanciare la sua carriera.

Bernardeschi in azione
Bernardeschi in azione – Nanopress.it

Il classe ’94 ha speso parole al miele per il suo vecchio allenatore Massimiliano Allegri elogiandone il carattere e la capacità di tirare fuori il meglio dai propri calciatori.
Con il tecnico toscano Bernardeschi ha fornito le migliori prestazioni in carriera diventando spesso l’uomo al quale veniva affidato il compito di fare da raccordo tra centrocampo e attacco.

Il nuovo numero 10 del Toronto può essere impiegato in tutte le posizioni del campo sia nel reparto offensivo che a centrocampo, con i bianconeri infatti ha spesso agito nel ruolo di mezzala sinistra in un centrocampo a tre.
Su Bernardeschi il Toronto ha investito molto, ora i canadesi potranno schierare un tridente dal sapore di nazionale con il classe ’94 a destra e Lorenzo Insigne ad occupare la fascia sinistra.

Durante la conferenza stampa di presentazione Federico Bernardeschi ha svelato anche un aneddoto di mercato, rivelando alla stampa come su di lui ci fosse stato il forte interesse dell’Atalanta di Gasperini, soluzione poi scartata dall’azzurro.
Roberto Mancini dunque seguirà molto da vicino il campionato di MLS dove guarderà con attenzione le prestazioni del Toronto per valutare le prestazioni dei due attaccanti italiani.

La nostra nazionale ha ancora bisogno del talento di Lorenzo Insigne e dell’esplosività fisica dell‘ex calciatore della Juventus, a loro va il grande in bocca al lupo di tutto il popolo italiano con la speranza che le loro qualità possano aiutare il club canadese a disputare un campionato ad alti livelli.