Bambino di 2 anni ingerisce hashish e finisce in ospedale: denunciato il padre

Un bambino di 2 anni è finito in ospedale per aver ingerito dell’hashish in casa. Denunciato il padre per aver lasciato la droga a portata di mano.

Bambino in ospedale
Bambino in ospedale – Nanopress.it

Si trova in ospedale a Vicenza il bimbo che ha ingerito dell’hashish lasciato dai genitori a portata di mano e di bocca. Il padre adesso è stato denunciato, pare che la droga sia stata ingerita dal bimbo in camera da letto dei genitori. Aveva accusato dei malori ieri sera.

Vicenza, bimbo ingerisce hashish e finisce in ospedale

E’ ricoverato in ospedale il bambino di 2 anni che ha ingerito dell’hashish. Il bimbo era stato portato in pronto soccorso di Arzignano dal padre e dalla fidanzata una volta accortisi delle condizioni del figlio che già aveva accusato dei malori nella serata di ieri.

Da quanto emerso dalle prime indiscrezioni, pare che il padre abbia lasciato la droga incustodita nella propria camera da letto. I carabinieri di Valdagno sono stati dunque allertati, dopo il racconto del padre ai medici, dagli operatori sanitari.

Nella notte è avvenuto il trasferimento del piccolo all’ospedale di Vicenza. Sarebbe stato ovviamente un incidente. Il bimbo ha ingerito la droga apparentemente nella serata di ieri.

Vicenza, le condizioni del bimbo finito in ospedale

Una vicenda che ha ricordato quella del piccolo Nicolò Feltrin, anche lui di due anni morto pochi mesi fa. Il bimbo di Longarone, lo scorso luglio, era morto a causa di un’overdose di hashish dopo averlo ingerito accidentalmente in casa.

Pochi mesi fa ancora un altro caso analogo, stavolta al Lecce dove un bimbo era stato ricoverato all’ospedale Vito Fazzi per aver ingerito dell’hashish contenuto in uno spinello trovato a casa.Scambiata per una caramella il bimbo, anche in quel caso di 2 anni, aveva mangiato la droga, riuscendo fortunatamente a sopravvivere. Era stata la nonna a salvargli la vita, portandolo al pronto soccorso dopo aver notato lo stato di incoscienza del nipote.

Auto carabinieri
Auto dei Carabinieri – Nanopress.it

Anche per il bimbo di Arzignano questa volta il pericolo sembra scampato. Infatti le sue condizioni al momento da quanto si apprende non sembra peggiorare, e sarebbero stabili e non gravi. Un sospiro di sollievo per la famiglia e peri padre che adesso dovrà vedersela con le denunce arrivate in queste ore.

L’uomo è stato infatti denunciato per lesioni colpose. Ricordiamo che il figlio, come spesso purtroppo accade in queste dinamiche, avrebbe trovato la droga in casa in camera da letto prima di ingerirlo accidentalmente.