Atalanta, Muriel dimesso dopo il trauma cranico: salta il Brescia

L'attaccante dell'Atalanta è caduto battendo la testa e riportando una ferita lacero-contusa con conseguente trauma cranico: le sue condizioni, però, non sarebbero preoccupanti

Luis Muriel

Foto Getty images | di Marco Luzzani

AGGIORNAMENTO 14/7 ORE 14.30 – Luis Muriel è stato dimesso dall’ospedale nel quale era stato ricoverato a seguito del trauma cranico con ferita lacero-contusa. L’attaccante colombiano, però, sarà costretto a saltare la sfida contro il Brescia mentre, come reso noto dall’Atalanta stessa in un comunicato, sarà regolarmente presente all’allenamento del 15 luglio.

Luis Muriel, attaccante dell’Atalanta che sta sorprendendo tutti, rischia di rimanere fuori per qualche giornata: il colombiano, come riportato da Bergamo e Sport, è ricoverato in ospedale dopo una caduta accidentale nella quale ha riportato un trauma cranico con ferita lacero-contusa: il colombiano è stato sottoposto ad un ricovero in una clinica della città di Bergamo che sta monitorando la situazione.

Muriel, secondo le prime ricostruzioni, sarebbe scivolato in piscina dopo un pranzo con gli amici sbattendo la testa. Immediata la corsa in ospedale con le sue condizioni che, fortunatamente, non destano preoccupazione. Praticamente certa la sua assenza per la partita di stasera contro il Brescia, l’attaccante potrà tornare in campo non appena avrà avuto l’ok dei medici dopo un periodo sotto osservazione. Una tegola per la squadra di Gasperini, ancora in lotta per lo scudetto, che dovrà rinunciare al proprio goleador: Murile, infatti, è il giocatore con più gol all’attivo nei bergamaschi.

Leggi anche: Atalanta spettacolo, i segreti della squadra di Gasperini

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti

Da non perdere