Aspirina nelle piante, il risultato è pazzesco: l’impensabile trucchetto di ogni giardiniere

Aspirina o acido acetilsalicilico nelle piante o nei fiori: i risultati sono davvero pazzeschi ed impensabili. Ecco l’impensabile trucchetto di ogni giardiniere.

Trucchetti giardinaggio
Aspirina nelle piante – Nanopress.it

Non tutti sanno che mettere l’aspirina nelle piante dà risultati davvero pazzeschi. Quali sono gli effetti dell’acido acetilsalicilico su piante e fiori? Anche per chi non è esperto di giardinaggio basta mettere un’aspirina nelle piante e nei fiori per ottenere effetti sorprendenti. Ecco l’impensabile trucchetto di ogni giardiniere che non tutti conoscono.

Aspirina nelle piante: cos’è l’acido acetilsalicilico?

L’acido acetilsalicilico è un farmaco che noi tutti conosciamo in quanto ha un’azione antinfiammatoria, antipiretica e analgesica. Questa sostanza viene estratta dalla corteccia del salice bianco, i cui effetti benefici hanno un’origine antichissima. Nell’opera Le Storie, lo storico greco Erodoto narrava che il popolo che consumava le foglie di salice bianco aveva un sistema immunitaria più forte.

aspirina piante
effetti aspirina nelle piante – Nanopress.it

Anche il padre della medicina Ippocrate descriveva una polvere estratta dalla corteccia del salice bianco che era utile nel trattamento dei dolori infiammatori di varia natura e degli stati influenzali.

È stato Edward Stone a scoprire scientificamente il principio attivo dell’aspirina. Mentre camminava in un prato vicino a Chipping Norton, Stone mordicchiò un piccolo pezzo di corteccia da un salice. Lo stesso studioso estrasse da 1 Kg di corteccia di salice bianco una polvere amara: l’acido salicilico, il principale metabolita dell’aspirina.

Nel mese di aprile dell’anno 1763, Stone scrisse ed inviò una lettera al Presidente della Royal Society, associazione scientifica britannica. Nella stessa lettera descrisse gli effetti benefici della corteccia di salice. Successivamente, nel 1828, la sostanza fu isolata in cristalli da Johann

A. Buchner, poi, da Henri Leroux, un farmacista francese, e da Raffaele Piria, che diede al composto il nome di acido acetilsalicilico.

Aspirina nelle piante: quali sono gli effetti pazzeschi?

Noi tutti conosciamo l’aspirina come medicinale adatto per il trattamento del mal di testa, mal di denti, stati febbrili, dolori mestruali, dolore post-traumatico o post-operatorio, ma non tutti sanno che basta una compressa di acido acetilsalicilico nelle piante e nei fiori per avere risultati pazzeschi.

L’aspirina nelle piante è un ottimo trattamento per stimolarne la crescita e per rafforzare il sistema immunitario delle specie vegetali. Per ottimizzare il risultato basta disciogliere un’aspirina in un bicchiere di acqua e annaffiare le piante o i fiori per stimolarne la crescita e per migliorarne il sistema immunitario.

aspirina piante
effetti aspirina nelle piante – Nanopress.it

Ad esempio, per rinforzare i gerani e per renderli ancora più rigogliosi è possibile utilizzare come fertilizzante un composto costituito dall’acqua di cottura dei legumi e dal lievito di birra e innaffiarli con una soluzione di acqua e di acido acetilsalicilico.