Andrea Bocelli, atterraggio d’emergenza in elicottero: ‘Sono sconvolto, non è stato facile’

Paura per Andrea Bocelli, il cantante è stato costretto a un atterraggio d’emergenza. Il tenore era diretto a Milano per partecipare alla conferenza stampa per la presentazione di ‘Sì’, il nuovo album composto da 16 inediti in uscita il 26 ottobre 2018. Bocelli ha raggiunto i giornalisti con due ore di ritardo perché protagonista di una disavventura in volo.

Andrea Bocelli si è preso un grande spavento come riportato da Leggo. Il cantante ha raccontato ai giornalisti presenti alla conferenza stampa per la presentazione del nuovo album cosa è accaduto. L’incontro era infatti fissato per le 11.30, ma Bocelli è arrivato alle 13 a causa di una nebbia ‘pericolosa’ che ha costretto l’elicottero su cui viaggiava a un atterraggio d’emergenza.

Andrea Bocelli, il cantante costretto a un atterraggio d’emergenza

‘Per non arrivare in ritardo ho preso l’elicottero, ma abbiamo incontrato una nebbia pericolosa’, ha raccontato Andrea Bocelli ai giornalisti.

Il cantante appena si è reso conto delle difficoltà che avrebbe riscontrato in volo ha preso una decisione immediata. ‘Ho dato ordine al pilota di atterrare, ma siamo arrivati in un posto sperduto. Non ho idea di dove fossimo e da lì non ho voluto proseguire in elicottero’, ha rivelato il tenore.

Lo spavento dunque è stato talmente grande che per raggiungere Milano il cantante ha deciso di proseguire in auto. Un’esperienza che ha scosso Bocelli che non ha nascosto di aver affrontato una mattinata non proprio semplice.

‘Quando stai su un elicottero e finisci dentro la nebbia, fama e successo non contano niente. Mi sento un po’ sconvolto’, ha ammesso il cantante. Prima di esibirsi Bocelli ha chiesto al pubblico la massima benevolenza: ‘Vi prego, non è stata una mattinata facile’.

Andrea Bocelli duetta con il figlio

Alla conferenza stampa per la presentazione di ‘Sì’, l’album di inediti che arriva a 14 anni di distanza da ‘Andrea’, c’era anche Matteo il figlio del cantante.

https://www.facebook.com/andreabocelli/photos/a.177376055608959/2352692904743919/?type=3&theater

Il ragazzo di 21 anni ha ereditato dal padre il dono del canto. ‘Il cognome Bocelli al momento non mi pesa. Anzi. Avere questo cognome ha reso l’inizio più semplice’, ha raccontato Matteo al Corriere della Sera.

https://www.facebook.com/andreabocelli/photos/a.177376055608959/2345339302145946/?type=3&theater

Papà e figlio hanno emozionato i giornalisti esibendosi sulle note di ‘Fall On Me’, il brano che farà da colonna sonora al film Disney ‘Lo Schiaccianoci’. Una canzone che vede per la prima volta il tenore duettare con il figlio.