Allarme bomba all’aeroporto di Orio al Serio per una telefonata anonima in nome di Allah Akbar

Scattano misure di sicurezza speciali dopo una telefonata anonima in cui si annuncia la presenza di una bomba in aeroporto.

Allarme bomba all’aeroporto di Orio al Serio per una telefonata anonima in nome di Allah Akbar

Allarme bomba all’aeroporto di Orio al Serio nella mattinata di lunedì 16 febbraio 2015. Erano le 7.30 quando i protocolli di sicurezza speciali sono partiti dopo l’arrivo di una telefonata anonima in cui si faceva riferimento alla presenza di una bomba nello scalo che dista a pochi km da Bergamo. Dopo tre ore di lavoro per individuare uno o più eventuali ordigni, il traffico aereo è ripreso come di consueto.

La telefonata sarebbe giunta all’ufficio cambio valute dell’aeroporto. Qualcuno, non identificato, ha urlato: ‘Allah Akbar, Allah Akbar, alle 10 scoppierà una bomba‘. Al presidente del Copasir, Giacomo Stucchi, che doveva raggiungere lo scalo e prendere un volo per Roma, è stato consigliato di attendere il via libera da parte degli uomini della sicurezza.

Iniziati e portati a termine i protocolli di sicurezza, l’allarme è rientrato dopo che lo scalo è stato minuziosamente controllato per circa tre ore. Ad ogni modo non c’è stato stop per i voli, che sono proseguiti normalmente. Alle 11 anche per i locali dell’aeroporto sono stati dichiarati completamente bonificati.

Il pubblico ministero di turno ha aperto un fascicolo sul caso, chiedendo anche l’acquisizione dei tabulati telefonici dello scalo.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere