Algeria, si schianta aereo militare con 200 persone a bordo: 'Nessun superstite'

Air base in Incirlik

Air base in Incirlik

Disastro aereo in Algeria: un velivolo militare di produzione russa con oltre 200 persone a bordo si è schiantato sull’autostrada che collega Boufarik a Blida, nelle vicinanze dello scalo militare di Boufarik, nel governatorato di Blida, a circa 30 chilometri a sudovest di Algeri. Secondo l’emittente locale Al Arabiya non ci sarebbe alcun superstite. Tuttavia la protezione civile algerina parla al momento di 105 morti.

Secondo l’emittente Al Arabiya, la maggior parte dei passeggeri a bordo del velivolo erano militari, tra costoro si registrano 26 membri del Fronte Polisario. Secondo il giornale ‘Echourouk’, l’aereo era diretto ad Orano, nell’ovest, e poi a Tinduf, nel sud dell’Algeria, dove si trova il principale campo profughi saharawi gestito dal Polisario. Lo schianto sarebbe avvenuto in fase di decollo verso le 8 ora locale (le 9 in Italia): l’impatto ha generato un incendio di enormi dimensioni. Immediati i soccorsi sul posto: sono intervenuti 130 uomini della protezione civile, 14 camion e 10 ambulanze. Al momento non sono note le cause dell’incidente, ad oggi il più grave nella storia dell’aviazione algerina.

Parole di Beatrice Elerdini

Beatrice Elerdini è stata una collaboratrice di Nanopress dal 2014 al 2019, occupandosi di cronaca e attualità. Degli stessi argomenti ha scritto su Pourfemme dal 2018 al 2019.

Da non perdere