Addio a Villiam Vecchi: l’ex portiere del Milan aveva 73 anni

E’ morto Villiam Vecchi, storico preparatore dei portieri del Milan ed ex estremo difensore rossonero negli anni ’60 e ’70. Il saluto del club: “Sempre vicino, eroe di Salonicco”.

Villiam Vecchi
Villiam Vecchi – Nanopress.it

L’addio del Milan tramite i canali social della squadra a Villiam Vecchi. L’ex portiere rossonero, e preparatore atletico ai tempi di Carlo Ancelotti è morto all’età di 73 anni. Il messaggio dal parte del club saluta “l’eroe di Salonicco”: “Sempre vicino, continuerà a parare da lassù”.

Milan a lutto, morto Villiam Vecchi: addio all’ex preparatore dei portieri

Presente in due generazioni vincenti, due cicli diversi, da calciatore e da membro dello staff. Villiam Vecchi è stato uno delle bandiere del Milan dagli anni ’60 fino al 2010, prima da portiere poi da allenatore.

L’ex preparatore dei portieri è morto all’età di 73 anni, l’annuncio è stato dato dal profilo ufficiale Twitter dell’Ac Milan. Nato a Scandiano nel 1948, da tempo risiedeva in Emilia Romagna, a Reggio Emilia, dopo aver ricoperto il ruolo di preparatore degli Allievi della Reggiana.

Il messaggio del Milan, arrivato su Twitter, con un post in cui Vecchi si mostra a San Siro durante i festeggiamenti della settima Champions League vinta nel maggio del 2007 ad Athene contro il Liverpool.

Sempre vicino al Milan, sempre rossonero” si legge nel post arrivato nel pomeriggio di oggi, 3 agosto. “L’eroe di Salonicco continuerà a parare da lassù. Commozione infinita in tutti i milanisti per la scomparsa di Villiam Vecchi“. Infine da parte del club sono arrivate le condoglianze ai familiari e agli amici dell’ex numero 1 del diavolo.

Villiam Vecchi, addio alla bandiera del Milan: la sua carriera

Approdato al Milan nel 1967, dopo aver trascorso qualche anno nelle giovanili, Vecchi ricopre per diverse stagioni il ruolo di secondo portiere, dietro allo storico Fabio Cudicini. All’età di 24 anni trova finalmente il posto da titolare, e viene ricordato soprattutto per la sua prestazione di Salonicco nella finale – poi volta contro il Leeds – di Coppa delle Coppe.

Nel palmares da giocatore anche uno scudetto, quello del 1968, due Coppe Italia consecutive nel 1972 e nel 1973 da titolare, e la Coppa dei Campioni del 1969 conquistata dal Milan contro l’Ajax con tripletta di Pierino Prati.

Ma il suo volto è noto anche ai tifosi del diavolo di un’altra generazione. Si, perché Villiam è stato uno dei membri dello staff dei Meravigliosi di Carlo Ancelotti, durante la sua epopea ricca di successi nazionali e internazionali.

Il ritorno a casa nel 2001, dopo aver seguito l’allenatore emiliano anche nella sua precedente avventura alla Juventus. Rimane in rossonero fino al 2010, conquistando due scudetti, due Champions League – 2003, 2007 – una Coppa Italia e un Mondiale per club.

Villiam Vecchi al Real Madrid
Villiam Vecchi al Real Madrid – Nanopress.it

Successivamente, ancora con Ancelotti, passa al Real Madrid dove nel 2014 vince da preparatore e allentare dei portieri la fantomatica “Decima” Champions League con i blancos.