Acqua al veleno, questa è l’unica senza pesticidi: la trovi a meno di 10 centesimi

Gli italiani sono tra i principali consumatori in Europa di acqua in bottiglia. Eppure non tutte sono sicurissime. Vediamo perché. 

Acqua in bottiglia
Acqua in bottiglia – Nanopress.it

Stando ad un’indagine condotta da Altroconsumo, l’acqua migliore esiste e costa soltanto 0,10 cents.

L’acqua in bottiglia è pericolosa?

Gli italiani hanno il primato in una classifica: quella del consumo di acqua in bottiglia. Sono, infatti, i primi in Europa. Eppure, scegliere l’acqua in bottiglia si rivela un’operazione particolarmente complessa. Non solo perché la varietà di acqua in commercio è smisurata ma anche perché non sempre l’acqua confezionata è buona per la salute.

Considera, infatti, che prima di arrivare sugli scaffali del supermercato, l’acqua viene imbottigliata alla fonte e poi compie un viaggio lunghissimo, spesso sotto il sole anche se poi, sulle confezioni in plastica c’è la dicitura di tenere le bottiglie lontane da fonti di calore e dai raggi diretti del sole. Il pericolo è che diventi cancerogena a contatto con la plastica.

acqua
acqua – nanopress.it

Senza considerare che la plastica dell’acqua in bottiglia può inquinare tantissimo. Se proprio non si può rinunciarvi e iniziare a consumare l’acqua del rubinetto, che spesso, è anche molto controllata, seguiamo un’indagine condotta da Altroconsumo.

Qual è quella in bottiglia migliore?

Prima di acquistare un’acqua in bottiglia sarebbe necessario controllare alcuni parametri nutrizionali es. residuo fisso, pH, oligoelementi e così via. Non tutti, però, sono in grado di orientarsi con questi valori. Ecco perché la scelta primaria ricade sulle acque più sponsorizzate.

Altroconsumo ha realizzato uno studio da cui ha tratto dei risultati stilando una classifica dei migliori marchi di acqua da acquistare. I marchi analizzati sono stati 38. I criteri considerati: presenza di metalli, qualità della bottiglia, sali minerali ed etichetta.

Ne è conseguito che, dei 38 marchi analizzati, soltanto 7 sono stati promossi. La classifica è la seguente:

  • Smeraldina
  • Rocchetta
  • Recoaro
  • San Bernardo
  • Alpe Guizza
  • Lauretana

Al primo posto c’è Smeraldina, acqua sarda del Tempio di Pausania. E’ risultata equilibrata in sali minerali, con un prezzo medio di 0,39 centesimi, un po’ in più rispetto alle concorrenti. La novità, che potrebbe salvare molti portafogli, è che tra le acque promosse se ne trova anche una che costa meno di 0,10 centesimi. Si tratta di Alpe Guizza che sgorga dalle Alpi Piemontesi. Consigliata se si segue una dieta iposodica.

acqua
acqua – nanopress.it

Bisogna comunque tenere presente, che la scelta dell’acqua dipende molto anche dallo stile di vita che si conduce e a chi l’h2o è destinata. Per gli sportivi, ad esempio, sono consigliate le acque ricche di sodio; per i bambini molto piccoli invece no.