A Genova si scava e Matteo Salvini festeggia coi leghisti di Messina

salvini cena messina

Mentre la macchina dei soccorsi non si è ancora fermata, a Genova, dopo il crollo del Ponte Morandi, nella notte scorsa, la notte della tragedia, il ministro dell’Interno Matteo Salvini passava il tempo festeggiando coi leghisti di Messina con cena a base di pece e vino di qualità. Sui social la polemica è scoppiata subito, dato che il ”Meraviglioso Ferragosto alternativo con il ministro”, come è stato definito da un utente che ha postato foto sui social, in realtà ha fatto storcere il naso a molti che si sono chiesti, vista la tragedia accaduta, perché Salvini non ha disdetto o rimandato la serata di festa a Furci Siculo, in provincia di Messina?

[npleggi id=”https://www.nanopress.it/cronaca/2018/08/16/crollo-ponte-morandi-a-genova-le-vittime/220264/” testo=”Chi sono le vittime del crollo del ponte Morandi a Genova”]

La polemica è partita dai social, dove foto e video della serata di festa a Furci Siculo hanno cominciato a circolare scatenando le reazioni di chi stava piangendo i morti di Genova, dopo che già tanti utenti erano insorti dopo i post anti immigrati che gli erano valsi l’etichetta di ”sciacallo”.

Salvini aveva visitato la Base navale di San Raineri per poi arrivare a Furci Siculo intorno alle 19.45 e prima di andare al ristorante ha incontrato il sindaco leghista Matteo Francilia, responsabile provinciale degli enti locali della Lega. Il programma del Viminale prevedeva poi un giro a piedi sul lungomare del comune e infine la riunione politica al locale ‘Sapori di Mare’ con 260 persone, come ricorda Repubblica.

Orfini (Pd): “Schiaffo al dolore del nostro Paese”

“I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore” recita la Costituzione. Le immagini di Salvini che festeggia in ore drammatiche per Genova sono uno schiaffo al dolore del nostro paese e la negazione di quel principio’. Così su Twitter Matteo Orfini, presidente del Pd.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere