5 maggio, gli sfottò all'Inter 14 anni dopo

Ronaldo che piange disperatamente

Ronaldo che piange disperatamente

Come ogni 5 maggio, anche nel 2016 non si fermano gli sfottò nei confronti dell’Inter che ben 14 anni fa perse in modo clamoroso lo scudetto andando a perdere per 4-2 con la Lazio e venendo superata all’ultima giornata dalla Juventus e persino dalla Roma, terminando così al terzo, amarissimo, posto. Celeberrima l’immagine di Ronaldo in lacrime disperate in panchina dopo la sostituzione, quando ormai la frittata era fatta, così come le lamentele di Materazzi che chiedeva la vittoria ai rivali biancocelesti. Ebbene, su Twitter scatta puntualissimo lo sberleffo fatto di hashtag come i classici #5maggio, #5maggio2002, ma anche #anala per colpire direttamente l’inno neroazzurro e #godoancora, dei tifosi juventini che sono ancora increduli per quanto accaduto. Scopriamone di più dopo il salto.

#5MAGGIO

Partiamo dall’hashtag più utilizzato ossia #5maggio che prende proprio in considerazione il giorno che prima era famoso solo per la poesia di Alessandro Manzoni, mentre per le generazioni più recenti anche e soprattutto per la figuraccia dell’Inter.


!function(d,s,id){var js,fjs=d.getElementsByTagName(s)[0],p=/^http:/.test(d.location)?’http’:’https’;if(!d.getElementById(id)){js=d.createElement(s);js.id=id;js.src=p+”://platform.twitter.com/widgets.js”;fjs.parentNode.insertBefore(js,fjs);}}(document,”script”,”twitter-wjs”);

materazzi che chiede perchè

#5MAGGIO2002

In grande spolvero anche l’hashtag più specifico #5maggio2002, che dà ancora più senso e modo a questa giornata così terribile per l’Inter e così goduriosa per i tifosi della Juventus e per tutti i rivali dei neroazzurri.


!function(d,s,id){var js,fjs=d.getElementsByTagName(s)[0],p=/^http:/.test(d.location)?’http’:’https’;if(!d.getElementById(id)){js=d.createElement(s);js.id=id;js.src=p+”://platform.twitter.com/widgets.js”;fjs.parentNode.insertBefore(js,fjs);}}(document,”script”,”twitter-wjs”);

Ronaldo piange 5 maggio

#ANALA

Ed eccolo qui l’hashtag più beffardo, quello che storpia l’inno dell’Inter “Amala” con riferimenti al fondoschiena: #anala


!function(d,s,id){var js,fjs=d.getElementsByTagName(s)[0],p=/^http:/.test(d.location)?’http’:’https’;if(!d.getElementById(id)){js=d.createElement(s);js.id=id;js.src=p+”://platform.twitter.com/widgets.js”;fjs.parentNode.insertBefore(js,fjs);}}(document,”script”,”twitter-wjs”);

5 maggio davanti allo stadio

#GODOANCORA

Infine, l’hashtag ufficiale – se così si può dire – dello sfottò juventino, che è #godoancora e che prende in considerazione soprattutto la frase pronunciata dall’allora centrocampista bianconero e ora CT della Nazionale (e prima ancora mister juventino) Antonio Conte.


!function(d,s,id){var js,fjs=d.getElementsByTagName(s)[0],p=/^http:/.test(d.location)?’http’:’https’;if(!d.getElementById(id)){js=d.createElement(s);js.id=id;js.src=p+”://platform.twitter.com/widgets.js”;fjs.parentNode.insertBefore(js,fjs);}}(document,”script”,”twitter-wjs”);

Parole di Diego Barbera

Diego Barbera è stato un redattore interno di Nanopress fino al 2018. Si è occupato di tecnologia, sport, cronaca.

Da non perdere