Virginia Raggi ricorda Bud Spencer: 'Grazie a persone come lui il bene vince sul male'

Roma la camera ardente per Bud Spencer

La sindaca di Roma Virginia Raggi era presente alla camera ardente di Carlo Pedersoli, in arte Bud Spencer, allestita in Campidoglio, e ha parlato salutando l’attore morto lunedì scorso in seguito a una caduta. L’orazione funebre della Raggi è iniziata così “Carlo Pedersoli, per me Bud, era un gigante buono” e “io sono cresciuta col suo mito“. “Era una persona eccezionale che ci ha fatto sorridere e crescere con i suoi film. La sua ultima parola è stata ‘grazie’ ma è a lui che il cinema, la città e tutto il Paese gli dice ‘grazie’“.

Bud Spencer “ha fatto ridere, crescere e appassionare intere generazioni. Molti di noi siamo cresciuti coi suoi film dove il bene vinceva sempre sul male. A me li ha fatti vedere mio padre, sono cresciuta col suo mito“. “Oggi siamo qui a dare l’ultimo saluto a quello che abbiamo sempre considerato un gigante buono che ci ha fatto sorridere e crescere“.

Grazie alle persone come Bud Spencer il bene vince sempre sul male” è poi stato il tweet della sindaca di Roma Virginia Raggi.

LEGGI ANCHE IL CORDOGLIO SUI SOCIAL DI CHI CONOSCEVA

Molto di noi – ha aggiunto Virginia Raggi – sono cresciuti con i suoi film in cui il bene vinceva sempre sul male. È stato un modello di impegno sportivo e grande lavoratore. Sono oggi qui a dire: grazie a te Bud”. Poco prima del sindaco aveva parlato il figlio di Bud Spencer, Giuseppe: ”È stato un padre meraviglioso – ha detto – Abbiamo dovuto condividerlo con tanta altra gente da ogni parte del mondo”.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere