Vi siete persi Expo? Lo rivedrete a Milano nel 2040, almeno secondo Renzi

Matteo Renzi lancia il piano del governo per il dopo Expo, rimandando al 10 novembre la presentazione del progetto "Italia 2040" da parte dell'esecutivo: quali sono le ipotesi al vaglio.

Continua a leggere

chiusura expo 150x150

Continua a leggere

Continua a leggere

Si procede con lo smontaggio dei padiglioni a Expo e intanto si progetta il futuro per l’area che ha visto milioni di persone in sei mesi. Chiusa l’Esposizione universale e, in attesa di fare bene tutti i conti, Matteo Renzi tira le fila a suo modo e si proietta verso il dopo Expo. Consapevole del successo della manifestazione, visti i toni oscuri dei “gufi”, il premier vede e rilancia: il 10 novembre il governo presenterà il progetto “Milano 2040”, anzi “Italia 2040”. Lo anticipa lui stesso nella Enews settimanale. “Appuntamento per il 10 novembre, a Milano, giorno in cui il Governo presenterà il progetto “Italia 2040”. Sarà un’altra sfida entusiasmante, credetemi”, si legge. Di che cosa si parlerà è ancora tutto da chiarire.

Continua a leggere

Continua a leggere

Il progetto su cui si discute da mesi e che sembra essere stato chiuso con l’accordo della società Expo Spa, Comune di Milano e Regione è di trasformare l’area della zona Rho-Pero in un polo tecnologico-universitario all’avanguardia. In teoria, anche il governo avrebbe avallato questa ipotesi: cosa si cela dietro al progetto Italia 2040 è ancora da capire.

Continua a leggere

Quello che sappiamo è che le operazioni di sgombero dell’area Expo sono partite, con lentezza e sotto gli occhi di forze di Polizia e Carabinieri che assicurano il corretto svolgimento dei lavori. Dalla Procura di Milano arriva la conferma dello scioglimento della task-force creata per sorvegliare l’andamento dell’Esposizione Universale, mentre Raffaele Cantone ha premiato Milano nominandola “Capitale morale” per essere riuscita (quasi) indenne dall’Expo.

Continua a leggere

Cosa avrà intenzione di fare il governo Renzi ora? Di sicuro sfruttare l’onda emotiva positiva della manifestazione per creare quello che chiama “un centro di richiamo mondiale”.

Continua a leggere

Nel frattempo, il premier sottolinea il successo della manifestazione, seguendo la sua politica del “pensiero positivo”. “Ci vuole tanto sudore per raggiungere gli obiettivi, ma niente è impossibile per un Paese come il nostro”, scrive nella Enews. “Eravamo consapevoli che la sfida di ripulire l’immagine dell’Expo dagli scandali e dalle polemiche fosse una sfida difficile. Ma l’abbiamo vinta tutti insieme a cominciare dagli italiani che hanno fatto lunghe code pur di visitare l’esposizione. Grazie a tutti quelli che ci hanno creduto; adesso al lavoro per fare di quel luogo un centro di richiamo mondiale”. Per la prossima puntata, sintonizziamoci il 10 novembre: solo allora capiremo che cosa vuole fare il governo.

Nanopress ti aspetta su telegram

Nanopress è su Telegram. Vieni a scoprire il nostro canale, ricco di notizie e approfondimenti. Unisciti a noi!

Parole di Lorena Cacace

Da non perdere