Usa, spari alla veglia di preghiera per un afro-americano ucciso: 5 feriti

Usa, tensione rimane alta a Dallas

A Baltimora, nel Maryland un uomo armato ha sparato ad un gruppo di persone durante una veglia di preghiera per un afro-americano di 24 anni, Jermaine Scofield ucciso in una sparatoria. “Avevo chiesto di non vendicare mio figlio” ha detto la madre di Jermiaine, “Sono stanca. Sparano alla gente innocente, non ne possiamo più”. L’uomo armato che ha fatto irruzione durante la veglia di preghiera e ha ferito cinque persone in modo lieve.

Jermaine, per cui si teneva la veglia, è stato ucciso pochi giorni fa a colpi di arma da fuoco, padre di due bambini la sua morte ha scatenato un nuovo episodio di violenza.
Proprio in queste ore il presidente americano Barack Obama è in partenza per Dallas per intervenire ai funerali dei 5 agenti uccisi da un cecchino.
A Baltimora è andato in scena l’ennesimo atto di violenza armata negli Stati Uniti, in una città dove in passato si erano svolte proteste per del giovane afro-americano, Freddie Gray per mano della polizia.

Parole di Chiara Podano

Chiara Podano è stata collaboratrice di Nanopress dal 2016 al 2019, occupandosi principalmente di spettacoli, televisione, gossip, celebrities.

Da non perdere