Ucciso per un debito di soli 10 euro: aveva 18 anni

La lite si è accesa per questioni di droga: uno spinello non pagato.

Ucciso per un debito di soli 10 euro: aveva 18 anni

Un ragazzo di diciotto anni è stato ucciso a Catanzaro dopo essere stato accoltellato alla gola. Il giovane è stato ferito nei pressi dei giardini di San Leonardo, nota per essere una zona di spaccio, durante un lite scoppiata con altri ragazzi. Trasportato in ospedale, è morto al pronto soccorso dell’Ospedale Pugliese. Alla base dell’omicidio ci sarebbe stato un debito di 10 euro che la vittima aveva con un altro coetaneo.

L’aggressione dello studente diciottenne Marco Gentile, è avvenuta sabato 24 ottobre a Catanzaro. L’assassino è Nicolas Sia, identificato dalla squadra mobile e rintracciato nella notte di sabato nelle campagne vicine alla città calabrese. L’omicida ha confessato il delitto al sostituto procuratore Paolo Petrolo, spiegando che avrebbe ucciso il Gentile perché non aveva saldato il conto dell’acquisto di uno spinello. Gli investigatori hanno anche recuperato l’arma del delitto, un coltello a serramanico.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere