Turista fa l'amore nel deserto e ha un infarto: l'ospedale manda un conto da 220mila euro

Era l’aprile del 2013 quando Cousins e Reed, una coppia proveniente dalla contea di Dorset, giungono in Nevada, durante un viaggio intorno al mondo.

Turista fa l’amore nel deserto e ha un infarto: l’ospedale manda un conto da 220mila euro

Un turista britannico ha pagato caro il desiderio di fare l’amore nel deserto del Nevada con la sua compagna: colpito da un infarto, dopo alcune peripezie è stato curato, ma l’ospedale gli ha chiesto un conto davvero salato: 220mila euro per la vita salvata, messa a rischio da un momento di gioia fugace.

Peter Cousins, però, ci tiene a precisarlo, non ha rimpianti. Si trovava nel deserto del Nevada, Stati Uniti, stava facendo l’amore con la fidanzata Dawn Reed, in una sorgente d’acqua calda. Dopo essere stato colpito da infarto, la donna si è mossa per oltre cinque chilometri, alla ricerca di soccorsi. E finalmente ha incontrato un camionista ed è riuscita a lanciare l’allarme. Dopo poco arriva un elicottero che trasporta la coppia all’ospedale di Reno. Qui l’uomo subisce un’operazione d’urgenza che lo salva. Dall’infarto, ma non dalle brutte sorprese.

Infatti dopo qualche giorno arriva il conto da parte dell’ospedale: da pagare ci sono 250mila dollari, l’equivalente di circa 220mila euro. Il conto salato è arrivato perchè il turista non aveva stipulato nessuna assicurazione sanitaria. In più, in una telefonata, la fidanzata gli ha anche annunciato che lo lasciava.

Il 55enne, sereno nonostante i debiti, ha commentato: ‘Certo, probabilmente è stato il rapporto più costoso di sempre, ma ne è valso ogni centesimo‘.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere