Tragedia nel barese, bidello precipita dal terrazzo della scuola e perde la vita

Questa mattina alle 7:50 del 25 maggio 2022, un collaboratore scolastico della città metropolitana di Bari ha perso la vita gettandosi dal complesso scolastico.

Morto in strada
Bidello precipitata a scuola – Nanopress.it

Tragedia nel Barese, a Bitetto, un collaboratore scolastico di una scuola elementare si è gettato nel vuoto subito dopo una lite con una collega.

I fatti accaduti

Da quanto si apprende dai Carabinieri di Modugno, che si stanno occupando delle indagini, il bidello di sessantun anni prima dell’inizio delle lezioni di oggi, 25 maggio 2022, verso le 07:50, si sarebbe buttato dal plesso scolastico dopo una lite avvenuta con una collega verso le 07:30.

Si suppone sia stato un suicidio. Il fatto è accaduto intorno alle 07:30, nell’istituto non era ancora presente nessuno.

L’uomo avrebbe avviato una lite con una sua collega ferendola con un oggetto contundente.

Subito dopo l’episodio l’uomo è salito sul tetto dell’istituto comprensivo Cianciotta a Bitetto, in provincia di Bari, dove lavorava e si è buttato giù.

Il collaboratore scolastico originario di Bitetto, con moglie e figli, è morto subito dopo il contatto con il suolo.

Non c’è stato nulla da fare, all’arrivo dei soccorsi il bidello era già morto.

Il custode dell’edificio scolastico era un uomo un po’ burbero e con un carattere un po’ particolare, ma non era una cattiva persona, racconta la sindaca Fiorenza Pascazio.

Erano già avvenute delle piccole liti, per dei piccoli fraintendimenti, all’interno del plesso scolastico, ma nulla di preoccupante che potesse far presagire un simile evento.

Sempre delle normali liti lavorative come ne capitano tutti i giorni all’interno di tutti i luoghi di lavoro.

Ricovero
Paziente ricoverato – Nanopress.it

Si tratta di suicidio

La collega di cinquantasette anni rimasta ferita è stata portata in codice rosse al pronto soccorso Di Venere di Carbonara dove è stata ricoverata.

La donna fortunatamente non è in pericolo di vita.

Sembra che i motivi della lite fossero dovuti da incompatibilità caratteriali nella gestione delle mansioni.

Diverse fonti hanno dimostrato che si è trattato di un suicidio.

Si pensa che l’uomo probabilmente disperato e nel panico dopo aver ferito la collega abbia deciso di compiere questo gesto estremo.

Le poche persone che hanno assistito alla scena sono tutte al momento molto scosse.

La sindaca è provata dal fatto, non si sarebbe mai aspettata potesse accadere un evento simile all’interno di una scuola.

Fortunatamente a quell’ora la scuola era ancora vuota per cui i bambini non hanno assistito alla scena e per quanto riguarda la collaboratrice scolastica, non è in pericolo di vita.

La scuola al momento resterà chiusa per tutta la durata delle indagini.