Taxi: non lo paghi? La condanna è esemplare

Non pagare il taxi a volte può costare caro. E' il caso di una ragazza americana che, oltre ad una multa di 100 dollari, ha dovuto percorrere l'intero percorso della corsa non pagata a piedi in 48 ore. Ma non è tutto.

Taxi: non lo paghi? La condanna è esemplare

Il taxi è uno dei mezzi di trasporto su quattro ruote tra i più costosi, non per niente non mancano i sotterfugi per esimersi dal pagare il tassista, anche se sono in pochi a cascarci. C’è da dire che molti tassisti se ne approfittano, facendo pagare (nei luoghi turistici del nostro paese) di più i turisti o facendoli fare giri molto più lunghi del previsto. Ma la storia che vi raccontiamo oggi è successa fuori dall’Italia, negli Stati Uniti.

La protagonista della vicenda, Victoria Bascom, è un’americana di 18 anni diventata ormai famosa per non aver pagato la corsa del taxi per andare da Cleveland a Painesvilleda, un percorso che corrisponde a 48 chilometri. La ragazza non è uscita vincitrice dalla sua trovata visto che è stata condannata e anche severamente.

Un giudice l’ha voluta punire esemplarmente. La ragazza poteva scegliere se trascorrere un mese nel carcere di lake County o percorrere a piedi i 48 chilometri percorsi dal taxi in sole 48 ore. Oltre questa punizione, Victoria ha dovuto scontare tre giorni di servizi sociali, nonché quattro mesi di libertà vigilata e 100 dollari di multa. La protagonista della nostra storia insolita ha optato per la lunga camminata e, nello stesso tempo, ha tenuto a scusarsi. Non vi sembra una punizione fin troppo severa?

Parole di Umberto Sanna

Da non perdere