Scoperta la casa di Gesù Cristo? I dubbi restano

Nazareth è famosa universalmente come la città di origine di Gesù, che secondo i Vangeli, pur essendo nato a Betlemme, vi abitò durante la sua infanzia e giovinezza.

Scoperta la casa di Gesù Cristo? I dubbi restano

Gli archeologi che lavorano a Nazareth, nella moderna Israele, hanno individuato una casa risalente al I secolo che potrebbe essere stata abitata da Gesù Cristo negli anni della sua giovinezza. Ma i dubbi sono tanti. Questa è la vera casa di Gesù?
È impossibile dirlo con certezza, ha ammesso lo stesso professore che sta seguendo i lavori di ricerca, Ken Dark, in un articolo pubblicato sulla rivista Biblical Archaeology Review: ‘D’altra parte, non vi è alcuna buona ragione archeologica perché una tale identificazione possa essere ritenuta reale’, ha spiegato.

Allora di cosa si parla? Di un antico edificio dalle pareti di pietra, risalente al I secolo, periodo in cui Gesù visse. E questo è l’unico dato certo.

L’archeologo inglese Ken Dar ha pure spiegato che le uniche recuperate finora sono i racconti dei locali che si tramandano la notizia che proprio qui è vissuto il Messia dei cattolici. Ma di prove provate che Gesù abbia davvero vissuto in questi luoghi, ancora non ne sono state mostrate, nemmeno da lui.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere