Roberto Benigni, 200 mila euro dalla Rai per la replica dei suoi programmi?

Su Rai 2 è stato trasmesso 'C'è Benigni' e il comico toscano avrebbe chiesto all'azienda di servizio pubblico 200 mila euro per la messa in onda dei suoi sketch

Roberto Benigni, 200 mila euro dalla Rai per la replica dei suoi programmi?

ansa/Roberto Benigni

Roberto Benigni avrebbe chiesto alla Rai 200mila euro per la replica dei suoi programmi sulla seconda rete? Ieri sera è andato in onda ‘C’è Benigni’ una serata totalmente dedicata al premio Oscar. Lo show che la scorsa settimana aveva raccontato Beppe Grillo, ieri si è occupato della carriera del comico toscano.

A rivelare che l’attore avrebbe chiesto 200 mila euro alla Rai per la replica dei suoi programmi è ‘Il Fatto Quotidiano’ che parla di ‘C’è Benigni’ come uno delle serate più costose tra quelle programmate sulla seconda rete. Lo show voluto da Carlo Freccero dopo Grillo e Benigni andrà a raccontare anche Adriano Celentano. Il format ideato dal nuovo direttore di Rai 2 omaggia i grandi personaggi della tv e stando a quanto si legge sul quotidiano di Marco Travaglio, la dedica a Benigni sarebbe costata al servizio pubblico cifre piuttosto elevate.

Roberto Benigni e i 200 mila euro chiesti alla Rai per la replica dei suoi programmi

Nello show ‘C’è Benigni’ sono andate in onda molte immagini di repertorio, ma l’attore toscano tramite il suo agente Lucio Presta avrebbe chiesto 200mila euro alla Rai come compenso versato per i diritti d’autore.

Stando a quanto riportato da Il Fatto, si sarebbe poi aperta una trattativa conclusasi con un accordo tra i 100 e i 150mila euro.

Una cifra così grande anche per le immagini di repertorio? A quanto pare l’attore toscano, tramite la Malampo cinematografica la società di cui è proprietario insieme alla moglie Nicoletta Braschi, avrebbe acquistato i diritti di tutte le sue esibizioni in tv, anche quelle per la Rai.

Prima della messa in onda di ‘C’è Grillo’ è circolata l’indiscrezione secondo cui la Rai avrebbe versato 30 mila euro di diritti d’autore a Beppe Grillo per lo show in onda su Rai 2.

Leggi anche: Rai, 30 mila euro a Beppe Grillo per gli sketch in prima serata? È polemica

Freccero ha anche confermato l’indiscrezione: ‘Per fare questo programma, abbiamo dovuto acquistare i diritti degli spettacoli che lui ha fatto dopo l’ultima cacciata dalla Rai. Sono pochi spezzoni per un costo appunto di circa 30.000 euro. Non vedo davvero lo scandalo. Vi assicuro che il programma di Grillo è costato davvero poco, perché i diritti dei suoi programmi Rai sono della Rai’.

La notizia aveva comunque sollevato non poche polemiche. Accadrà lo stesso per ‘C’è Benigni’?

Parole di Chiara Podano

Chiara Podano è stata collaboratrice di Nanopress dal 2016 al 2019, occupandosi principalmente di spettacoli, televisione, gossip, celebrities.

Da non perdere