Rimini: uccide la moglie e ferisce la figlia che ha provato a difendere la madre

Una donna è stata brutalmente uccisa dal marito, il quale ha ferito la figlia perché ha tentato di difendere la madre.

Donna morta
Donna morta – Nanopress.it

La polizia ha fermato e interrogato subito l’uomo.

I fatti

Ci troviamo a Rimini, dove un uomo sudamericano avrebbe accoltellato la moglie, questa la prima ricostruzione delle forze dell’ordine.

Non sono ancora chiare le motivazioni che hanno dato vita allo scontro successo intorno all’ora di pranzo nel giorno del 19 maggio. L’uomo infatti, bloccato e portato immediatamente in questura, è ancora sotto interrogatorio e sta descrivendo la sua versione dei fatti.

I litigio è stato molto violento, tanto che al termine, l’uomo con un coltello ha colpito la moglie sferrando diversi colpi e ferendo anche la figlia 27enne che stava provando a dividere i genitori, la quale è stata ricoverata in ospedale e per fortuna non è in gravi condizioni.

Secondo i vicini la coppia, che lavorava nel campo del giardinaggio, era tranquilla e non ha mai dato problemi, anzi vengono descritti come bravissime persone.

Lo scontro e l’arresto

L’appartamento che è stato il teatro di questo terribile e tragico episodio si trova in una palazzina in via Dario Campana, precisamente nel quartiere Ina Casa che si trova vicino al centro della città.

La coppia di origini peruviane si occupava della manutenzione del cortile interno, provvedendo alla sistemazione delle aree verdi facenti parte del condominio.

Il litigio con la moglie culmina con i fendenti dati con un coltello e la figlia, che ha provato a difendere la madre, è stata condotta all’ospedale Infermi e le sue condizioni sono stazionarie.

L’allerta è stata data dai vicini, allarmati dalle forti grida che provenivano dall’appartamento, che per primi sono rimasti increduli dal momento che si trattava di una coppia generalmente molto tranquilla.

Oltre al 118, arrivata sul posto anche la polizia che ha subito fermato il colpevole dell’aggressione.

Stop al femminicidio
Stop al femminicidio – Nanopress.it

A quanto sembra, la miccia è stata accesa per motivi di gelosia, i quali hanno spinto l’uomo di 54 anni ad uccidere la moglie di 46 anni a coltellate. La donna è deceduta sul colpo mentre la figlia dei giardinieri si riprenderà presto, infatti le lesioni che interessano la 27enne sono circoscritte solo alla zona delle mani, ma purtroppo dovrà convivere con una realtà durissima: la perdita della madre.

Questo è solo l’ultimo di una serie di femminicidi accaduti a Rimini, ma l’uomo era già conosciuto alle forze dell’ordine perché qualche mese fa era stato segnalato per maltrattamenti in famiglia.