Putin avverte l’Occidente: disposto a usare armi nucleari

Putin avverte l’Occidente che è pronto ad affrontarlo viste le ostilità dimostrate: intanto, ordina parziale mobilitazione per i cittadini russi. 

Vladimir Putin
Vladimir Putin – Nanopress.it

Il presidente della Russia, Vladimir Putin, lancia un avvertimento all’Occidente: si è detto, infatti, pronto ad utilizzare le armi nucleari per controbattere all’azione dell’Europa nei confronti del Cremlino. Intanto, il leader russo ha ordinato una mobilitazione parziale per i cittadini russi.

Putin, l’avvertimento all’Occidente: pronto ad usare armi nucleari

Vladimir Putin ha lanciato il suo avvertimento alla TV russa, durante il quale si è detto pronto a usare armi nucleari, avvertendo l’Occidente: “Non sto bluffando“.

Il presidente russo ha rilasciato l’agghiacciante dichiarazione in un discorso televisivo in cui ha anche confermato l’intenzione di chiamare i riservisti “per difendere la nostra madrepatria“.

In una serie di affermazioni bizzarre, ha accusato l’Occidente di aver minacciato di usare armi nucleari contro Mosca, insistendo sul fatto che le armi della Russia sarebbero più avanzate di quelle della Nato e di non aveva paura di usarle.

Putin ha affermato che sarebbero stati elaborati dei “piani a Washington e a Bruxelles per spostare l’azione militare sul territorio russo“.

Ha aggiunto: “Non stanno solo parlando della completa distruzione della Russia, un campo di battaglia. [Stanno] parlando di sovranità politica, culturale con un completo saccheggio“.

E arriva il punto in cui ha parlato di ricatto nucleare. In merito ha detto che potrebbe esserci la possibilità di utilizzare armi nucleari contro la Russia, secondo le presunte affermazioni di diversi stati della Nato.

Pertanto, ha ricordato all’Europa che la Russia possiede diverse armi di distruzioni che sarebbero più moderne di quelle in possesso della NATO: “Se c’è una minaccia per l’integrità territoriale del nostro Paese e per la protezione del nostro popolo, useremo sicuramente tutti i mezzi a nostra disposizione e non sto bluffando“.

Vladimir Putin
Vladimir Putin – Nanopress.it

Mobilitazione parziale per i cittadini russi

Il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato di aver firmato un decreto sulla “mobilitazione parziale” dei cittadini russi da mercoledì, quasi sette mesi dopo l’inizio della sua guerra contro l’Ucraina.

Come ha specificato il capo del Cremlino, si fa riferimento, mediante la mobilitazione parziale, ai cittadini, in riserva, che saranno soggetti alla leva e a coloro che hanno già prestato servizio militare e che hanno specifiche competenze belliche.

L’annuncio di Putin è arrivato poche ore dopo che il Cremlino ha avviato referendum nei territori separatisti controllati dalla Russia che potrebbero portare all’annessione di quasi il 15% dell’Ucraina: un’azione ampiamente condannati dai leader mondiali e anche da Draghi nel suo discorso all’ONU.