Prostasina: la proteina che predice la predisposizione al diabete e al cancro

La prostasina è una proteina che può predire la predisposizione al diabete o addirittura alla morte per cancro. Lo studio è stato pubblicato su Diabetologia.

Controllo glicemia
Controllo glicemia – Naanopress.it

Secondo uno studio pubblicato su Diabetologia, la rivista dell’Associazione europea per lo studio del diabete, se un individuo presenta una grande quantità nel sangue di prostasina, ha il 76% di probabilità in più di sviluppare il diabete e il 43% di probabilità di morire a causa di un cancro.

Lo studio sulla prostasina

Per realizzare lo studio pubblicato, i ricercatori hanno analizzato i campioni ematici di 4.658 persone di un età media di 58 anni.

Secondo Gunnar Engstrom, co-autore principale dello studio, l’analisi fatta, può essere considerata la “più completa del genere condotta finora”. Essa inoltre avvalora gli studi sulla stretta relazione tra il diabete e il cancro. 

Gli studiosi infatti hanno rilevato che la prostasina, la quale è una proteina che si trova nelle cellule epiteliali del corpo, è in grado di rilevare la predisposizione a cancro e diabete. Questo dipenderà dalle quantità presenti nel sangue di un determinato individuo.

Effetti Long Covid
Ricercatori ed infermieri – Nanopress.it

Inoltre questo tipo di indagine può essere attuata comunemente attraverso un semplice prelievo del sangue. 

I campioni utilizzati per lo studio sono rimasti attendibili anche dopo essere stati corretti. La correzione è avvenuta prendendo in considerazione una serie di variabili. Tra queste: l’età, l’assunzione di farmaci, l’utilizzo di fumo e alcool del soggetto e la pressione.

In ogni caso va specificato che allo stesso tempo l’analisi presenta anche dei limiti. Per esempio il fatto che i campioni di sangue sono stati conservati per circa un decennio. O anche il fatto che i dati ottenuti analizzando una specifica popolazione svedese, potrebbero non essere altrettanto validi per un range più ampio di soggetti appartenenti a diverse popolazioni.

Le parole dell’autore principale dello studio

Xue Bao, autore principale dello studio sulla prostasina, ha spiegato che questo tipo di proteina è direttamente collegata con alcune vie biologiche associate al diabete, le quali sono poi coinvolte anche nell’insorgenza di alcuni tumori, come quello al pancreas, al fegato e all’intestino. 

Per questo motivo è stato stabilito non solo il legame tra la “malattia del sangue dolce” e il cancro, ma anche che questo tipo di proteina permette di valutare la predisposizione a queste malattie.

Gli studi a detta di Xua Bao dovranno poi essere approfonditi. Anche per valutare le origini specifiche della prostasina e capire se l’associazione con il diabete sia causale o meno. 

In ogni caso è stato provato che un alta presenza di prostasina nel sangue aumenta le probabilità di sviluppare queste malattie.