Premio Campiello 2015: il vincitore è Marco Balzano con 'L'ultimo arrivato'

Il giovane scrittore milanese si è aggiudicato la 53esima edizione con il romanzo 'L'ultimo arrivato'. Il libro, edito da Sellerio, tratta un tema più che mai attuale: l'emigrazione.

Continua a leggere

Premio Campiello 2015: il vincitore è Marco Balzano con ‘L’ultimo arrivato’

Continua a leggere

Continua a leggere

Premio Campiello 2015: il vincitore è Marco Balzano che, con ‘L’ultimo arrivato‘, si aggiudica la 53esima edizione del premio promosso da Confindustria Veneto. Il romanzo, edito da Sellerio, ha ottenuto 117 voti, battendo ‘Il tempo migliore della nostra vita‘, di Antonio Scurati, che ne ha ottenuto, invece, 75. Il vincitore, proclamato come di consueto al Gran Teatro La Fenice, è stato scelto da una giuria di 300 lettori anonimi, selezionati, in base alle diverse categorie sociali e professionali, su tutto il territorio nazionale. Grande soddisfazione anche per la Casa Editrice Sellerio che, dopo la vittoria, lo scorso anno, di ‘Morte di un uomo felice’ di Giorgio Fontana, si aggiudica il premio per il secondo anno consecutivo.

L’ultimo arrivato‘, del milanese Marco Balzano, vince dunque il Premio Campiello 2015. Ambientato negli anni Cinquanta, il romanzo tratta di un fenomeno più che mai attuale, quello dell’emigrazione, raccontato attraverso l’esperienza di chi, in quegli anni, si spostava dal Sud al Nord in cerca di fortuna: non solo uomini e donne, ma anche bambini, piccoli al di sotto dei dieci anni costretti a trasferirsi lontano dalle loro famiglie. Al secondo posto, come dicevamo, Antonio Scurati che, con ‘Il tempo migliore della nostra vita‘ (Bompiani), ha ottenuto 75 voti, mentre al terzo, con 35, ‘Cade la terra’, di Carmen Pellegrino (Giunti). Al quarto posto, con 34 voti, Paolo Colagrande con ‘Senti le rane‘ (Nottetempo), mentre al quinto ‘La mappa‘ di Vittorio Giacobini (Il Saggiatore), che ha ottenuto 21 preferenze.

Continua a leggere

Continua a leggere

Nel corso della serata, condotta come le ultime tre edizioni, da Geppi Cucciari e Neri Marcorè, è stato assegnato il Premio Campiello Giovani, vinto dalla catanese Eva Luna Mascolino, autrice del romanzo ‘Je suis Charlie‘, e il Premio Campiello Opera Prima, andato a Enrico Ianniello per il romanzo d’esordio ‘La vita prodigiosa di Isidoro Sifflotin‘ (Feltrinelli). A Sebastiano Vassalli, invece, scomparso il 27 luglio 2015, è andato Il Premio Fondazione Il Campiello 2015, come riconoscimento per la prestigiosa, e straordinaria, carriera.

Nanopress ti aspetta su telegram

Nanopress è su Telegram. Vieni a scoprire il nostro canale, ricco di notizie e approfondimenti. Unisciti a noi!

Parole di Caterina Padula

Giornalista pubblicista, appassionata di scrittura, mi occupo da anni di approfondimenti culturali e di informazione online. Da sempre lettrice accanita e curiosa, amo la musica, l'arte e tutto ciò che è natura.

Da non perdere