Postepay, attenzione: questa operazione presto resterà un lontano ricordo

La carta Postepay di Poste Italiane sono decenni che viene utilizzata dagli italiani: questa carta prepagata è comoda e utile, anche se nel tempo è stata protagonista di truffe e danni. Ma ora c’è una funzione automatica da attivare, che proteggerà il vostro conto.

Postepay
Postepey addio a questa operazione – Nanopress.it

La carta prepagata Postepay è una delle più diffuse in Italia: fatta apposta per chi non ha il conto corrente o una carta di credito, in molti la usano ogni giorno per i loro acquisti e per i pagamenti online.

Spesso, però, queste carte prepagate sono oggetto di truffe e raggiri, per cui adesso esiste un’azione obbligatoria da fare quando si decide di avere una Postepay.

Postepay: cosa è e a cosa serve la carta di Poste Italiane

La carta Postepay è comoda per chi non ha un conto corrente, utile per gli acquisti e per i pagamenti.

Le carte Postepay
Le carte Postepay – Nanopress.it

Questa è una carta prepagata, ovvero ricaricabile con la cifra che l’intestatario decide di mettere, ricariche che si possono fare sia in Posta che tramite rivenditori autorizzati, come alcune tabaccherie e anche edicole.

Una volta ricaricata, la Postepay può essere utilizzata per acquisti online in piena sicurezza, per pagare in negozi e ristoranti, per prelevare dal postamat se abbiamo bisogno di contanti.

Inoltre, si può abbinare anche a un conto Paypal, nel caso in cui si vogliano trasferire soldi dalla piattaforma alla carta, o viceversa. Infine, si può ricevere denaro, tranquillamente con una semplice ricarica.

Postepay
Postepay – Nanopress.it

La comodità e la versatilità della Postepay ha fatto sì che diventasse una delle carte prepagate più utilizzate dagli italiani, ma anche quella più clonata.

Richiedere la carta è molto semplice: bisogna attivarla presso gli sportelli di Poste Italiane, pagando solo 5 euro e presentando i propri documenti, ovvero carta d’identità e codice fiscale.

Infatti, spesso la Postepay è oggetto di truffe da parte di malintenzionati, che creano solo problemi e disagi agli intestatari della carta. Ma ora c’è un modo per evitare proprio questi problemi.

Cosa sarà obbligatorio fare quando si attiva la Postepay

Per avere una Postepay classica, bisogna recarsi in Posta, a quella più vicina a voi, andare presso lo sportello e comunicare la volontà di avere la carta prepagata.

Una volta che l’impiegato postale vi avrà dato i moduli giusti da compilare, con tutti i vostri dati, ora sarà obbligatorio inserire il numero di telefono.

Fino a qualche tempo fa, infatti, non era obbligatorio, ma ora invece per evitare il più possibile truffe e rapine lo è. Ma perché?

Il numero di telefono serve per l’arrivo di un sms di notifica anti truffa e raggiro: tramite il messaggio che si riceverà sul proprio telefono, infatti, il proprietario della Postepay dovrà confermare o annullare un’operazione.

In questo modo vi accorgerete subito se qualcuno sta tentando di rubare i vostri soldi, o di fare un acquisto illecito.

Questo metodo potrà, di sicuro, evitare il numero spropositato di raggiri che accadono soprattutto online ogni giorno.

Salvaguardare la sicurezza degli intestatari è la priorità per Poste Italiane che, dopo numerose lamentele per truffa, ha deciso di introdurre questo nuovo metodo di verifica. Sarà efficace? Staremo a vedere.