Operai dell'Ast bloccano l'Autosole in tutte le direzioni

Gli operai dell'Ast hanno effettuato una manifestazione bloccando l'Autosole in tutte le direzioni all'altezza di Orte. Rimangono chiusi diversi tratti dell'autostrada.

Operai dell’Ast bloccano l’Autosole in tutte le direzioni

Chiuso un tratto dell’Autosole all’altezza di Orte, in entrambe le direzioni, per una manifestazione degli operai Ast. “Sulla A1 Milano-Napoli alle ore 12.52 circa su disposizione della autorità prefettizia sono stati chiusi i tratti Magliano Sabina-Orte verso Firenze e tra Attigliano ed Orte verso Roma a causa di una manifestazione“, si legge in una nota di Autostrade. Chi è diretto a nord, quindi, deve uscire a Magliano Sabina seguire per Giove-Penna Teverina-Orte Scalo-Civitacastellana con rientro in autostrada ad Orte. Chi è diretto a sud deve uscire ad Attigliano e seguire per Civitacastellana-Orte Scalo-Penna Teverina-Giove con rientro in autostrada ad Orte.

L’entrata di Magliano è chiusa in direzione Firenze mentre l’entrata Attigliano è chiusa in entrata verso Roma. Tra Orvieto e Attigliano verso Roma si è formata una coda di 2 km in aumento all’interno del tratto chiuso. In direzione opposta tra Ponzano Romano e Magliano Sabina si è formata una coda di 3 km con tendenza all’aumento. Per le lunghe percorrenze, spiega ancora Autostrade, chi viaggia in direzione nord ed è diretto a Firenze può di percorrere la A12 Roma-Civitavecchia quindi la S.S. 1 Aurelia e proseguire sulla A11 mentre chi è diretto a Bologna e Milano può percorrere la A24 e la A14. Percorso inverso per chi viaggia in direzione sud. Sul posto è presente il personale di Autostrade per l’Italia e la Polizia Stradale.


!function(d,s,id){var js,fjs=d.getElementsByTagName(s)[0],p=/^http:/.test(d.location)?’http’:’https’;if(!d.getElementById(id)){js=d.createElement(s);js.id=id;js.src=p+”://platform.twitter.com/widgets.js”;fjs.parentNode.insertBefore(js,fjs);}}(document,”script”,”twitter-wjs”);

Parole di Gianluca Rini

Gianluca Rini è stato collaboratore di Nanopress, Tanta Salute e Pourfemme dal 2014 al 2017, occupandosi principalmente di tematiche relative alla salute, l'ambiente, il benessere.

Da non perdere