Omicidio del piccolo Evan: la madre e il patrigno condannati all’ergastolo

La Corte d’Assise di Siracusa ha condannato Letizia Spatola e Salvatore Blanco alla pena dell’ergastolo per aver causato la morte del piccolo Evan. 

Evan-Lo-Piccolo
Evan-Lo-Piccolo – Nanopress.it

Oltre alla pena detentiva, i giudici gli hanno imposto l’interdizione dai pubblici uffici, compresa la responsabilità genitoriale ed è stata disposta una provvisionale per le parti civili.

La sentenza verrà depositata nei prossimi 3 mesi.

L’omicidio del piccolo Evan

Ventuno mesi appena: era questa l’età del piccolo Evan quando fu trasportato all’ospedale di Modica, il 17 agosto del 2020, in gravissime condizioni.

Evan Lo Piccolo, originario di Rosolini, morì qualche ora dopo, nonostante i tentativi dei medici di salvargli la vita.

Quella mattina fu la madre del piccolo Evan, Letizia Spatola, a chiedere l’intervento dei sanitari.

Ma i medici dell’ospedale di Modica si insospettirono per le condizioni in cui si trovava il bambino, che aveva sul corpo segni di botte e percosse.
Così furono avviate le indagini, che accertarono l’odissea che il piccolo aveva vissuto prima di morire.
Evan era stato altre 3 volte in ospedale, tra i mesi di maggio e quel drammatico 17 agosto, quando poi morì.

La prima volta gli fu diagnosticata una frattura del femore, oltre a tumefazioni varie sulle gambe.

A ucciderlo, stando a quanto riportato nell’esame autoptico, fu una broncopolmonite provocata dalle botte e dai maltrattamenti che aveva subito.

La madre e il compagno condannati all’ergastolo

Questa mattina, dopo diverse ore in Camera di Consiglio, la Corte d’Assise di Siracusa ha condannato Letizia Spatola e Salvatore Blanco alla pena dell’ergastolo per aver causato la morte del piccolo Evan. 

Evan Lo Piccolo – Letizia Spatola
Evan Lo Piccolo – Letizia Spatola – Nanopress.it

Oltre alla pena detentiva, i giudici gli hanno imposto l’interdizione dai pubblici uffici, compresa la responsabilità genitoriale ed è stata disposta una provvisionale per le parti civili.

La sentenza verrà depositata nei prossimi 3 mesi.

I due sono ritenuti, in misura diversa, ma egualmente grave, della morte del bambino.

A uccidere il piccolo sarebbe stato Salvatore Blanco, ex compagno della madre di Evan, perché non sopportava i pianti del bambino.

Letizia Spatola avrebbe tentato di coprirlo, per evitare che intervenissero i servizi sociali.

Per la Procura, inoltre, fra la Spatola e Blanco non c’era alcun rapporto di sottomissione, come sostenuto dalla madre di Evan, che aveva raccontato di aver subito maltrattamenti dall’uomo.