Napoli, titolare di una pizzeria lancia insulti omofobi sul web: “Pervertiti, nascondetevi”

Il titolare di una pizzeria di Napoli ha scatenato un polverone di critiche per alcuni insulti omofobi pubblicati sui social. 

Bandiera arcobaleno
Bandiera arcobaleno – Nanopress.it

Ha usato i suoi canali social per esprimere la propria posizione in merito all’eterosessualità e all’omosessualità il proprietario di una pizzeria di Napoli. L’uomo ha pubblicato uno screen in cui ha spiegato perché, secondo lui, gli omosessuali sarebbero dei “pervertiti” che dovrebbero nascondersi al cospetto di Dio e degli uomini. Le sue parole hanno innalzato un polverone in rete, con tanti utenti che hanno esortato altri a non andare a mangiare la pizza nel suo locale. Intervenuta anche la Cirinnà sul caso.

Napoli: titolare di pizzeria di Napoli lancia insulti omofobi, il web insorge

Il titolare di una pizzeria di Napoli, chiama pizzeria ‘Dal presidente’ ha espresso insulti omofobi sui suoi social, utilizzando una forma di italiano alquanto opinabile e discutibile, a detta di molti utenti della rete che ne hanno criticato le forme verbali e grammaticali. Al di là dell’espressione poco forbita, l’uomo è stato attaccato per essersi scagliato apertamente contro la comunità LGBTQ+.

Il titolare del locale partenopeo ha scritto che non gli importava avere consensi o appoggio, in quanto lui non intendeva candidarsi in politica, bensì esprimeva semplicemente il suo punto di vista sugli omosessuali che per lui sono “pervertiti e infelici“, i quali – a suo dire – avrebbero lo scopo di “far sentire gli altri sbagliati”, esortandoli a nascondersi e sottolineando che lui era un uomo secondo la “legge di Gesù Cristo“, che non intendeva “offendere“.

Bandiera arcobaleno - commenti omofobi da titolare pizzeria di Napoli
Ragazza che sventola bandiera arcobaleno – Nanopress.it

La reazione del popolo del web

Gli utenti della rete non sono rimasti in silenzio di fronte a queste frasi discriminatorie e hanno invitato tutti a boicottare la pizzeria, andando a mangiare la pizza altrove. Anche la senatrice Monica Cirinnà è intervenuta nel dibattito, affermando che l’unica soluzione per combattere questo tipo di atteggiamento era quella di andare a mangiare la pizza altrove.

A tal commento, pubblicato su Twitter, ha risposto l’account ufficiale della pizzeria Dal presidente, che ha commentato il pensiero della senatrice, affermando che a loro non importava che lei venisse o meno a mangiare la pizza lì al locale, ma che l’obiettivo principale delle esternazioni fatte era quello di scendere in campo “a difesa dei bambini“.

Antonello Sannino, segretario di Antinoo Arcigay Napoli. “Siamo inorriditi da tanto squallore […] Non è accettabile tutto ciò. In attesa di chiarimenti, faremo subito tutte le verifiche del caso, financo quelle legali“.