Nadal fatica ma supera l’ostacolo Cerundolo

Esordio faticoso per Rafael Nadal che supera l’argentino Cerundolo dopo una battaglia di oltre tre ore e mezza di gioco dimostrando un tennis ancora poco brillante sull’erba e soprattutto molto falloso.

Rafael Nadal
Rafael Nadal – Nanopress.it

Dopo la triste notizia del ritiro di Matteo Berrettini, Rafa Nadal è sceso in campo con un pizzico di ottimismo in più visto che dalla sua parte di tabellone sia Cilic che l’azzurro hanno dato forfait prima ancora di scendere in campo.

Come Djokovic, anche Rafa ha faticato molto sul centrale commettendo tanti errori di fronte ad un Cerundolo che ha giocato la partita della vita forzando ogni colpo e raccogliendo molti punti con il suo potentissimo dritto.

Nadal, obiettivo seconda settimana

L’obiettivo di Rafael nadal è quello di resistere nei primi turni per arrivare alla seconda settimana quando l’erba sarà “consumata” e il gioco subirà inevitabilmente un rallentamento che lo renderà più simile alla terra battuta, regno amato e dominato da Rafa Nadal.

Nadal
Nadal – Nanopress.it

Rafa Nadal torna sul centrale di Wimbledon a distanza di tre anni dall’ultima volta (quando perse in semifinale con Roger Federer) ed elimina l’argentino Cerundolo con il punteggio di 6/4,6/3,3/6,6/4 facendo vedere solo a tratti un buon livello di gioco.*

Rafa ha assoluto bisogno di giocare altri match per ritrovare certezze su una superficie in cui continua a faticare non riuscendo a costruire le sue manovre avvolgenti.
Sono addirittura 41 gli errori gratuiti del mancino di Manacor a testimonianza della poca tranquillità con la quale gestisce i suoi colpi migliori, tra cui il diritto a sventaglio.

Sempre aggressivo e determinato Cerundolo sorprende Nadal con molte accelerazioni di dritto, costringendo il campione spagnolo ad una gara di sofferenza e attenzione che lo tiene in campo oltre tre ore e mezza.

Bene Tsitsipas, Auger-Aliassime subito fuori

La prima vera sorpresa del torneo arriva dopo appena due giorni con la clamorosa sconfitta del canadese Auger-Aliassime che cade sotto i colpi di un ottimo Cressy con il punteggio di 6/7,6/4,7/6,7/6.

Stefanos Tsitsipas
Stefanos Tsitsipas – Nanopress.it

Bene anche Stefanos Tsitsipas che, pur con qualche difficoltà, supera lo svizzero Ritschard in tre ore e mezza con il punteggio di 7/6,6/3,5/7,6/4.

Nulla da fare invece per il nostro Musetti che cade sotto i colpi di uno specialista del manto erboso come Fritz. L’azzurro parte anche bene ma non riesce (quasi) mai a contrastare il grande servizio dell’americano che chiude il discorso in un’ora e 45 minuti con il punteggio di 6/4,6/4,6/3.