Multato perché va a 696 km/h, ma lui si difende: 'Ho solo un Opel Astra'

A Bologna arrivano i primi autovelox fissi su strade città

A Bologna arrivano i primi autovelox fissi su strade città

Ricevere una multa non è mai una piacevole esperienza, ma quello che è successo a un automobilista di 30 anni è davvero da cardiopalma: si è visto recapitare una notifica dalla Polizia in cui gli veniva contestato un eccesso di velocità tutt’altro che ordinario. Nel verbale c’era scritto che avrebbe viaggiato a 696 km/h! L’uomo ha subito contattato la stazione di Polizia e ha scoperto che si era trattato di un errore di trascrizione della velocità rilevata dell’autovelox.

Pubblicato da Perles rares de Belgique su Mercoledì 2 maggio 2018

Il trentenne infatti era rimasto letteralmente a bocca aperta dinanzi a quel verbale, subito si è difeso con gli agenti di Polizia sostenendo che lui possiede soltanto ‘un Opel Astra’. In realtà, grazie alla sua telefonata, è stato possibile scoprire che si era trattato di un errore di battitura di qualche addetto, che mentre stava trascrivendo la velocità rilevata dall’autovelox ha dimenticato di inserire una virgola nella cifra. La velocità rilevata dall’autovelox infatti era di soli  69,6 km/h, una velocità ‘possibile’ e sufficiente per essere sanzionati in una zona a percorrenza massima di 50km/h.

Parole di Beatrice Elerdini

Beatrice Elerdini è stata una collaboratrice di Nanopress dal 2014 al 2019, occupandosi di cronaca e attualità. Degli stessi argomenti ha scritto su Pourfemme dal 2018 al 2019.

Da non perdere