Morto John Nash, premio Nobel che ispirò il film A Beautiful Mind

Il matematico 86enne era a bordo di un in taxi che si è schiantato su un guard rail in New Jersey. L'economista era insieme alla moglie.

Morto John Nash, premio Nobel che ispirò il film A Beautiful Mind

John Nash, il celebre matematico e premio Nobel è morto con la moglie Alicia in un incidente stradale. Lo studioso che ha ispirato il film ‘A Beautiful Mind’ di Ron Howard è rimasto vittima di un incidente mentre si trovava a bordo di un taxi. L’incidente è avvenuto in New Jersey. La dinamica ancora è da accertare, ma secondo i media locali l’autista del taxi avrebbe improvvisamente perso il controllo del veicolo

Nash aveva 86 anni, la moglie 82. Secondo le autorità la coppia, che viveva a Princeton, non indossava le cinture di sicurezza, perché i corpi sono stati trovati fuori dall’auto.

John Forbes Nash Junior era nato nel West Virginia, aveva vinto il premio Nobel nel 1994 e soltanto da un mese si era aggiudicato un altro prestigioso riconoscimento matematico, l’Abel Prize. Lo studioso verrà ricordato come colui che ha rivoluzionato l’economia con i suoi studi di matematica applicata alla teoria dei giochi.

La vita del matematico, premio Nobel per l’economia nel 1994, ispirò il personaggio interpretato da Russel Crowe nel 2001. La pellicola vinse quattro Oscar. Nella commovente interpretazione di Russell Crowe, che gli valse la terza candidatura alla statuetta, la malattia psichiatrica di Nash è pennellata con tocco delicato. Ma fu una schizofrenia paranoide debilitante, con la quale lui e la sua famiglia dovettero convivere per decenni.

”Scioccato, il mio cuore è vicino a John, Alicia e famiglia. Una partnership straordinaria. Belle menti, bei cuori”, ha twittato Russel Crowe.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere